La notizia della sua morte aveva colpito tutti: aveva solo 28 anni avicii, popolare dj che con la sua musica aveva conquistato, e fatto ballare, il mondo intero. Lo scorso 20 aprile è stato ufficializzato il suo decesso, avvolto per diversi giorni nel più totale mistero. Ora però a parlare sono i genitori del re della musica elettronica, e le loro parole sembrano contenere una triste e agghiacciante verità: spunta così l'ipotesi del suicidio.

Avicii si è tolto la vita? "Voleva trovare la pace"

La famiglia ha parlato attraverso un comunicato stampa, spiegando il momento di difficoltà del ragazzo, che viveva in condizioni di forte stress a causa dei ritmi frenetici del suo lavoro.

"Voleva trovare la pace", si legge nella nota, perché Tim Bergling, "non poteva più andare avanti". E' da qui che i fan del produttore svedese hanno subito gridato al suicidio, con un profondo shock che sembra prendere piede a livello mondiale.

Le tante ricerche del dipartimento di polizia avevano portato a poco, pur confermando la totale assenza di una pista criminale. Avicii era alla ricerca di stimoli, di creatività, per poter continuare a offrire al pubblico musica degna del suo stile. Viene descritto come un perfezionista, caratterizzato da una personalità davvero molto fragile.

"Ha lavorato duramente a un ritmo che lo ha portato ad uno stress estremo", riporta il comunicato della famiglia. E quando ha deciso di non esibirsi più in tour ha tentato di ricercare un suo equilibrio, per poter essere libero e felice. Voleva fare musica ma soffriva, "Non poteva più andare avanti e voleva trovare la pace".

Il ringraziamento della famiglia ai fan del produttore di musica elettronica

Il quadro fatto dal comunicato stampa è chiaro e fa venire i brividi: tanto, troppo successo, una grande passione per la musica ma soprattutto una profonda sensibilità. Avicii non voleva avere i riflettori puntati addosso, e questo potrebbe averlo portato al gesto estremo.

Sul finire del comunicato, la famiglia ha deciso di ricordarlo con un velo di nostalgia e tanto amore, rivolgendo un particolare ringraziamento ai fan del produttore musicale: "Desideriamo ringraziarvi per il supporto e le parole d’amore su nostro figlio e fratello".

I suoi brani resteranno per sempre, ma è certo che li riascolteremo con un pizzico di amarezza in più, perché quella di Avicii è l'ennesima storia triste di un giovane, sensibile artista che non ha saputo reggere la pressione.

Segui la nostra pagina Facebook!