austria- La vicenda cominciò a metà aprile quando il giorno 13, un pescatore trovò il busto galleggiante di una donna in un lago vicino a Rust, a est di Vienna. Secondo le prime ricostruzioni, pare che il busto sia rimasto sul fondo del lago per diversi mesi insieme ad altre parti del corpo e solo dopo questo macabro ritrovamento, la polizia austriaca ha localizzato anche la testa. Il lago Neusiedler è normalmente frequentato da pescatori e appassionati di sport acquatici.

Il 28 aprile la notizia da parte delle autorità, dell'arresto di un probabile sospetto che proprio presso il lago aveva una cabina ed una barca.

I precedenti

Alfred U., questo il suo nome, è un uomo di 63 anni ed era stato rilasciato su cauzione meno di due anni fa dal carcere presso il quale era detenuto da 32 anni, ovvero una struttura per criminali con problemi mentali. Il procuratore Verena Strnad ha dichiarato mercoledì 3 maggio, che il sospettato avrebbe confessato di aver ucciso e smembrato la donna, non ancora identificata. Secondo la confessione l'omicidio sarebbe avvenuto nell'appartamento del 63enne a fine marzo e sempre in quel luogo il corpo della sventurata sarebbe stato fatto a pezzi.

"Volevo solo mangiarla perché sono un cannibale"

Questa l'affermazione che ha sconvolto l'Austria e che ha regalato all'assassino il soprannome de "il Cannibale". La polizia durante l'incursione nell'appartamento dove sarebbe avvenuto il delitto ha rinvenuto tutto il necessario per effettuare la macellazione di un corpo e inoltre, nel congelatore, vi erano tracce della vittima. La donna ancora senza identità, secondo il quotidiano Salzburger Nachrichten sarebbe una prostituta slovacca o ceca e aveva presumibilmente tra i 25 e i 30 anni di età.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Mercoledì la polizia e i pubblici ministeri hanno anche tenuto una conferenza stampa congiunta nella città di Eisenstadt, dove Alfred U. è attualmente sotto custodia. In questa occasione le autorità hanno rivelato di aver trovato le viscere della prostituta nel freezer di Alfred U.

L'interrogatorio di Alfred U.

Secondo i media austriaci l'uomo durante l'interrogatorio con la polizia, avrebbe detto di essere un cannibale e che era sua intenzione mangiare la carne della donna.

Per questo aveva tagliato il suo corpo a pezzi con una sega nella vasca da bagno del suo appartamento e solo in un secondo momento aveva deciso di schiacciare le interiora per far sì che potessero stare nel congelatore. Il resto del corpo lo aveva gettato nel lago, dove è stato, infine, ritrovato.

Ad innescare la furia dell'uomo parrebbe essere stato il rifiuto della donna di "accarezzarlo ed essere gentile".

Sempre secondo le dichiarazioni del "cannibale" avrebbe cominciato ad infierire su di lei perché "Non potevo sopportare quelle grida, ho dovuto strangolarla per farlo tacere".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto