Nella giornata di oggi 11 maggio una grave tragedia si è verificata in Calabria [VIDEO] dove un giovane ragazzo è annegato cercando di recuperare il pallone finito in mare.

Calabria, muore dopo essersi tuffato in mare

Poche ore fa un giovane ragazzo di origine straniere è annegato nei pressi della città di Catanzaro. Dalle prime informazioni che ci giungono sembrerebbe che il giovane si fosse recato insieme al fratello sulla spiaggia per trascorrere alcune ore di relax e insieme allo stesso fratello hanno deciso di giocare a calcio. Dopo qualche minuto però il pallone è finito in mare e per questo motivo il giovane si è tuffato per cercare di recuperarlo.

Qualcosa sarebbe andata però storta e il ragazzo non è riuscito più a riemergere. Il fratello cercando di salvarlo si è tempestivamente tuffato, purtroppo però non è riuscito ad individuarlo. Sul luogo si sono recati quindi immediatamente i sanitari del 118 giunti dall'ospedale Pugliese di Catanzaro insieme ai vigili del fuoco e ad una squadra di sommozzatori che hanno recuperato il corpo del giovane. Nelle prossime ore gli inquirenti cercheranno di condurre tutte le indagini del caso per poter chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

Calabria, altra notizia di cronaca

Sempre nella giornata di oggi si è verificata un'altra tragedia [VIDEO]. In provincia di Vibo Valentia infatti tra le ore 15:00 e le ore 16:00 si è consumata una terribile sparatoria. L'accaduto si è verificato precisamente tra i comuni di Nicotera e Limbadi e dalle prime informazioni che ci giungono sembrerebbe che un uomo, in un primo momento, si sia recato in una frazione di Limbadi esplodendo diversi colpi di pistola contro un'autovettura, successivamente si è recato nel comune di Nicotera andando ad uccidere un uomo di 68 anni di nome Michele Valerio. Nella sparatoria è rimasta ferita al torace anche una donna di 80 anni di nome Giuseppina Mollese. L'assassino dopo qualche minuto si è recato nel comune di Limbadi dove ha chiesto ad alcuni passanti indicazioni per raggiungere il bar Nino's. Dopo averlo raggiunto è sceso dalla sua autovettura entrando dentro il bar con un fucile.

L'uomo ha sparato diversi colpi di pistola che hanno raggiunto diverse persone che stavano giocando a carte ferendo gravemente due persone di 58 e 61 anni. L'assassino è poi fuggito a bordo di una Fiat Panda facendo perdere le sue tracce. Al momento è ricercato dalle forze dell'ordine.