Logan Johns-Evans, 11 anni, pensava di fumare una classica sigaretta. Invece, gli avevano fatto provare la Spice, sostanza conosciuta anche come droga degli zombie. La triste storia di Logan, minore che vive nel Galles del Sud, è stata raccontata dalla madre, che ha postato anche foto ritraenti il piccolo su un letto d'ospedale. La signora, 31 anni, ha dichiarato di aver trovato il figlio insensibile, sul letto della sua cameretta, quando era andato a svegliarlo, di mattina, per recarsi a scuola. Un'esperienza terribile per la donna britannica, secondo cui la Spice [VIDEO] aveva reso immobile e insensibile suo figlio.

Madre fuori di sé

"Era come se un mostro avesse preso il sopravvento sul suo corpo", ha affermato la madre dell'undicenne che ha fumato Spice.

I medici dell'ospedale gallese si erano subito resi conto che il ragazzino era vittima dei tipici effetti della droga degli zombie, ovvero confusione, vomito, battito cardiaco accelerato e stato catatonico. Di recente, in Rete, sono state diffuse molte foto ritraenti soggetti che vagano per le vie delle grandi città come zombie. La madre di Logan ha confessato che era fuori di sé quando aveva visto il figlio fermo e privo di sensi su un letto dell'ospedale Princess of Wales, nel Bridgend.

La 31enne del Galles del Sud ha confessato che il figlio, prima di cadere in uno stato catatonico, si era svegliato nel cuore della notte. Lei aveva pensato che fosse sonnambulo e lo aveva riaccompagnato al suo letto. Anche quel comportamento era uno degli effetti della Spice. I medici dell'ospedale gallese, all'inizio, non sapevano cosa Logan avesse; poi la sorella dell'undicenne aveva riferito che qualcuno gli aveva fatto uno scherzo, mettendo un po' di Spice nella sigaretta.

Il miglioramento dopo 33 ore in ospedale

Dopo 33 ore in ospedale, le condizioni di Logan sono migliorate. Il ragazzino, però, non ricordava nulla di quello che era accaduto, credendo di essere arrivato in ospedale da poco tempo. Il personale sanitario del nosocomio britannico ha dimesso l'undicenne che, però, accusa mal di testa e ancora non ricorda quello che gli è successo. Non ricorda neanche di aver fumato la sigaretta contenente Spice. Adesso la madre del minorenne vuole sensibilizzare la gente sui terribili effetti della droga degli zombie [VIDEO]. La signora ha raccontato che il figlio era in perfette condizioni fisiche e mentali quando era rincasato; aveva anche bevuto il tè, come sempre. Gli effetti della Spice, dunque, erano sopraggiunti tardivamente.