3

Di fake news (ovvero, di notizie false) ne girano molte in rete, e questa non è affatto una novità. Ma spesso e volentieri si fanno circolare sul web anche delle notizie false decisamente di pessimo gusto [VIDEO], che vedono protagonista una delle più note conduttrici e giornaliste della televisione, ovvero Nadia Toffa resa celebre per i suoi servizi al noto programma "Le Iene". Vediamo di cosa si tratta e con quali scopi l'hanno ideata.

La presunta morte di Nadia Toffa

Qualcuno ha postato su un sito che riportava il famoso logo della testata giornalistica "La Repubblica" la notizia secondo la quale Nadia Toffa sarebbe morta, sconfitta dal cancro contro cui combatte ormai da tempo.

Ovviamente, questa è una notizia falsa (una fake news, appunto) smentita immediatamente da altri articoli di altre testate decisamente più attendibili sempre pubblicati per lo più su Facebook, insieme ad altri social network. Nel frattempo però le visualizzazioni sono state tantissime, e molti ci hanno creduto.

Alla ricerca di un click

Questo fenomeno delle fake news è vecchio come il mondo, ma spesso le notizie che inventano queste persone prive di scrupoli al giorno d'oggi sono atte al raggiungimento di uno scopo ben preciso: fare più click possibili, spesso per cercare popolarità o guadagnare. Infatti, molti hanno individuato errori di ortografia e grammatica molto gravi, fra cui l'ormai noto "non c'è l'ha fatta" al posto del corretto "non ce l'ha fatta. Per chi è esperto in questo riconoscimento sa bene che questi errori sono un chiaro segnale di fake news.

Peccato però che questo sia sulle spalle di persone che stanno combattendo [VIDEO] battaglie serie nella loro vita, come è il caso del cancro di Nadia Toffa.

Le reazioni nei social network

Inizialmente la notizia ha fatto cadere nello sgomento milioni di persone che seguivano con interesse "Le Iene", ma successivamente, dal momento in cui si diffondeva la smentita, le reazioni delle persone sono esplose in una vera e propria rabbia nei confronti dell'autore o degli autori di questa notizia falsa. Anche Wikipedia non si è smentita dalle fake news: quando Nadia Toffa ebbe il malore lo scorso anno, la nota enciclopedia la diede per morta senza curarsi di seguire gli aggiornamenti in merito alle sue condizioni di salute. Prima che si potesse rimediare all'errore (volontario o no) anche in questo caso molti l'avevano già visualizzata.