Le due anziane vittime, 72 anni l’uomo e 65 anni la donna, erano stati presenti qualche ora prima alle nozze della figlia. Durante il viaggio per recarsi a pranzare si è verificato il grave incidente che ha spezzato per sempre le vite dei due anziani genitori. In gravissime condizioni è ricoverato il figlio dei due anziani che conduceva l'automobile.

Avevano da poco assistito al matrimonio della figlia. Un incidente stradale spezza per sempre la vita dei genitori della giovane sposa

L’incidente si è verificato lungo la strada statale 212, arteria viaria principale che collega il comune dove si è celebrato lo sposalizio, Montefalcone di Valfortore, e la cittadina di Benevento luogo in cui doveva tenersi il ricevimento.

Il terribile incidente mortale è avvenuto in maniera frontale, tra l’autovettura in cui viaggiavano le vittime e un mezzo della Protezione civile che sopraggiungeva in quel preciso istante dalla carreggiata opposta. L’impatto è stato violentissimo, determinando la morte sul colpo dei due anziani e il ferimento grave del conducente del mezzo in cui gli stessi viaggiavano (pare fosse il figlio, nonché fratello della sposa). Quest’ultimo è stato subito soccorso e ricoverato presso la Struttura Ospedaliera "Rummo" di Benevento dove attualmente versa in gravi condizioni con prognosi riservata.

Le cause e la dinamica del grave incidente sono attualmente oggetto di accertamenti da parte degli inquirenti, i quali sono immediatamente sopraggiunti sul posto per effettuare tutte le indagini dovute in questi casi.

La dinamica del grave incidente 'frontale'. Grave il figlio e fratello della sposa

Alcune fonti giornalistiche – in particolare, l’agenzia di stampa ANSA – ritengono plausibile questa dinamica: l’utilitaria in cui viaggiavano le due vittime, prima di immettersi in galleria, ha involontariamente urtato un piccolo muretto posto a ridosso della stretta entrata.

Questo avrebbe causato lo sbandamento dell’autovettura e la successiva perdita di controllo da parte del conducente del veicolo fino ad andare ad invadere la corsia opposta, dove sopraggiungeva in quel preciso istante il furgone della Protezione Civile. I tre volontari a bordo dell’automezzo della Protezione Civile, i quali stavano recandosi per effettuare un’esercitazione presso il piccolo comune di San Marco dei Cavoti, non avrebbero riportato gravi ferite se non alcune lievi escoriazioni generalizzate e tanta paura.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!