Qualcuno dopo aver appreso questa tragica notizia sui social, ha commentato con disappunto e scetticismo credendo si trattasse di una fake news [VIDEO] tanto è sconvolgente e al tempo stesso assurdo l'accaduto. Un destino beffardo ha ucciso due persone in pochi attimi e in circostanze anomale: l'Autista 51enne di un carro funebre che trasportava una salma si è accasciato al volante colpito da un infarto ed è morto. Il mezzo 'impazzito' per l'improvviso decesso del conducente nella sua corsa ha travolto e ucciso una 22enne che a bordo strada faceva jogging. Il duplice dramma è accaduto ieri mattina a Galliate, comune in provincia di Novara.

Incredibile sequenza traumatica

Un destino beffardo ha provocato una duplice tragedia portando via in pochi istanti due vite.

Intorno alle dieci di questa mattina a Galliate, nel novarese, un carro funebre stava trasportando una salma. L'aveva prelevata da un hospice e doveva trasportarla nel comune di Castellazzo Novarese, distante circa 15 chilometri, per la cerimonia funebre. Era seguito da un corteo di auto dei familiari della persona deceduta. All'improvviso il conducente ha avuto un malore purtroppo mortale e si è accasciato al volante per esalare l'ultimo respiro. Il carro funebre fuori controllo ha travolto una giovane donna che stava facendo jogging a bordo strada e che non è riuscita a salvarsi. Forse neanche si è accorta di quel che stava accadendo. Quindi il mezzo ha continuato la sua corsa fino a che non si è schiantato nel giardino di una villa dopo aver abbattuto un muro di recinzione per poi finire contro un ciliegio.

Sul posto i vigili del fuoco hanno estratto l'autista dal carro funebre. Carabinieri e polizia locale hanno fatto rilievi e accertamenti per definire ulteriormente la dinamica dell'incidente sulla quale comunque ci sono pochi dubbi. Problematico è stato anche risalire all'identità della povera ragazza travolta dal carro funebre perché era su strada per allenarsi ed era dunque uscita sprovvista di documenti. La vittima era stata soccorsa dal personale del 118 e della Croce Rossa, ma per lei purtroppo non c'è stato niente da fare.

Un triste precedente

Lo scorso gennaio sull'autostrada A4, nel novarese, c'era già stato un grave incidente stradale [VIDEO]: un carro funebre ha tamponato un'auto nella quale viaggiavano due coniugi di 55 e 56 anni, deceduti, mentre l'autista era rimasto illeso. Diverso quanto accaduto a Genova lo scorso febbraio: un carro funebre era stato fermato e sequestrato durante un funerale perché era senza revisione ed assicurazione. Ed era stato costretto a sostare fermo su un piazzale tutta una notte con salma a bordo in attesa dell'assicurazione, attivata il giorno dopo.