Un volo della Transavia è stato costretto ad un atterraggio d’emergenza per il cattivo odore di un passeggero. Un episodio singolare che ha fatto il giro del mondo ed è stato ripreso e raccontato con dovizia di particolari dai media stranieri. Il Boeing 737 era decollato dall'aeroporto di Schiphol, nei Paesi Bassi, con destinazione le Canarie. Durante il viaggio l’equipaggio è stato costretto a rivedere i piani a causa di una problematica segnalata dai passeggeri. Nello specifico è stato segnalata la presenza di un turista dall’odore sgradevole. L’imbarazzante situazione ha creato enormi disagi con alcuni viaggiatori che hanno iniziato ad avvertire malori e nausea.

In alcuni casi il fastidioso miasma ha provocato vomito e svenimenti. La situazione è degenerata [VIDEO] con il trascorrere dei minuti ed il personale ha deciso di avvertire l’equipaggio per cercare di trovare una soluzione per risolvere lo sgradevole problema. Il turista è stato immediatamente allontanato dagli altri passeggeri e isolato, come se fosse in quarantena, nella toilette delle Transavia HV5666.

Il passeggero isolato in bagno dopo la segnalazione

Per evitare ulteriori fastidi ai turisti presenti il pilota ha deciso di effettuare un atterraggio d’emergenza all'aeroporto di Faro (nella regione dell’Algarve) in Portogallo [VIDEO]. I dettagli relativi al curioso episodio sono stati rilevati dal portale airlive.net. Un’ulteriore testimonianza di quanto è accaduto sul volo diretto a le Canarie è arrivata da un passeggero che ha pubblicato sui social la foto del personale medico che accompagnava il turista ‘puzzolente’ verso un autobus.

Successivamente uno dei viaggiatori ha raccontato nuovi particolari di quanto accaduto durante il volo. Il belga Piet Van Haut ha riferito che l’uomo aveva un odore insopportabile. “Sembrava di trovarsi di fronte ad una una persona che non si lavava da giorni”.

La testimonianza di un turista belga

In realtà le autorità locali e la Transavia non hanno precisato se la problematica del turista fosse dovuta ad un malanno o a questioni di igiene personale. In una nota stampa è stato precisato che l’atterraggio di emergenza è avvenuto per ragioni mediche: “Ma è altresì vero che questa persona non aveva buon odore". Nei mesi scorsi un altro volo della Transavia, diretto in Bulgaria, fu costretto a fare scalo a Vienna per una violenta lite causata da un peto di un passeggero.