Una donna inglese è morta a soli trentasette anni per aver mangiato del pollo crudo durante una vacanza con la famiglia. È successo a Corfù (Grecia) l'anno scorso, in un ristorante locale che le aveva servito una pietanza [VIDEO]considerata una prelibatezza anche in altre parti del mondo, ma che potrebbe essere altamente mortale.

Mangia pollo crudo, la vicenda

Natalie Rawnsley (37 anni) era in vacanza con la famiglia a Corfù, quando in un ristorante ha mangiato un pezzo di pollo crudo che le era stato servito. La nota testata giornalistica "Daily Mail" ha precisato che quel pollo conteneva un batterio altamente nocivo che le ha causato dapprima un forte senso di malessere accompagnato a vomito [VIDEO].

Un dottore le avevano diagnosticato una gastroenterite risolvibile, e inoltre aveva consigliato ai familiari di stare lontani dalla donna per evitare un eventuale contagio. La sera però, Natalie era stata portata in ospedale con urgenza a causa di un forte sanguinamento al naso. Il giorno dopo il marito aveva allertato i medici per un peggioramento e dopo pochi minuti gli era stato detto che la sua compagna era deceduta.

Infezione da Escherichia coli

La causa della morte di Natalie è da ricercare nel batterio contenuto nel pollo crudo, noto come Escherichia coli. Può provocare conseguenze importanti come la morte in seguito a danni all'apparato gastrointestinale e a diarrea sanguinolenta. Ci sono casi però in cui si risolve spontaneamente, altri invece come nel caso di Natalie possono essere gravi.

Il pollo non deve essere mangiato crudo

Anche se la rinomata squisitezza di una pietanza cruda (come quelle a base di pollo) è oggetto di curiosità da parte di moltissime persone, è bene evitare di mangiare sia carne che pesce crudi. Perché bisogna fare attenzione al pollo in particolare? Semplicemente perché essendo un volatile è un soggetto estremamente sensibile alle malattie come tetano e salmonella. Dunque può trasmetterle anche agli esseri umani una volta giunto a tavola. L'unico modo per poter mangiare carne (e non si parla solo di pollo, ma anche di altri tipi di carne) in tutta tranquillità è quello di mangiarlo cotto a dovere, evitando di lasciare alcune parti ancora crude per sicurezza.

Il processo

In questi giorni si è avviato un processo per individuare i responsabili del decesso della donna. Sembra infatti che il pollo non fosse cotto perché il marito ricorda di aver notato del sangue sulla parte servita alla moglie. Si spera di far luce presto su questa triste vicenda.