L'inconsueto episodio [VIDEO] si è verificato sulle spiagge di Nettuno, comune balneare della provincia di Roma, dove un bagnino è stato aggredito letteralmente da una famiglia intera perché colpevole di aver richiamato un ragazzino che si stava allontanando un po' troppo, invitandolo ad avvicinarsi alla riva visto che il mare in quel momento sembrava troppo mosso. Ebbene, nonostante l'apprensione da parte dell'assistente bagnante, quell'atteggiamento è stato ritenuto evidentemente troppo eccessivo scatenando così la rabbia dell'intera famiglia, in tutto sei persone, che si sono letteralmente scagliate contro di lui.

Il bagnino è troppo apprensivo: una famiglia lo aggredisce, serve l'intervento dei carabinieri

Secondo quanto riferito dalle fonti locali di informazione infatti, è stato necessario l'intervento da parte dei carabinieri per ben due volte, i quali alla fine si sono trovati costretti a portare tutti i presenti in caserma.

Pare che il mare fosse abbastanza mosso e che proprio per questa ragione i bagnini dello stabilimento Sangallo, per evitare spiacevoli inconvenienti, avevano deciso di richiamare fuori dall'acqua quel ragazzo che si stava allontanando un po' troppo da riva. A giustificare il comportamento dei bagnini ci sono anche due interventi in mare [VIDEO] che sono avvenuti nello stesso giorno e sempre nella stessa zona. Dopo il richiamo, però, la reazione che non ci si aspetta: il ragazzino avrebbe risposto in maniera ostile e, coadiuvato dai suoi familiari, ha aggredito il bagnino.

Per evitare il peggio, dunque, sono dovuti intervenire i carabinieri della zona una prima volta, che hanno preso immediatamente le generalità di tutti i coinvolti riuscendo a calmare le acque soltanto temporaneamente. Successivamente infatti, una volta che le forze dell'ordine si sono allontanate, è ricominciata l'aggressione verbale e fisica al bagnino e di conseguenza i carabinieri sono dovuti ritornare, ma questa volta non utilizzando clemenza e portando tutti i presenti in caserma.

Adesso si stanno valutando le situazioni di ciascun componente della famiglia che ha aggredito il bagnino e verranno presi sicuramente i dovuti provvedimenti. Nei giorni scorsi, nella stessa zona di Nettuno, un altro bagnino è stato assalito da parte di un gruppo di giovani soltanto perché voleva impedire loro di giocare a palla visto che era vietato.