Un altro terribile incidente stradale è andato a consumarsi lungo le carreggiate della nostra penisola in queste ultime ore. A perdere la vita nel sinistro è stato un ragazzo di soli 23 anni: si chiamava Nicola Battaglini e nella notte tra sabato e domenica lungo la strada che collega le località di Mugano e Montebuono di Magione in provincia di Perugia [VIDEO] è andato a schiantarsi con la sua automobile contro una recinzione.

Le dinamiche

Sono ancora al vaglio della polizia stradale le esatte dinamiche del sinistro della strada [VIDEO]che ha coinvolto il giovane. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai Carabinieri di Città della Pieve, Nicola stava tornando da solo dalla discoteca dopo una serata passata con gli amici.

Erano circa le ore 5.30 quando, precisamente nella zona di Due Case, Nicola ha perso il controllo della propria autovettura per motivi ancora ignoti. Terrificante è stato lo schianto avuto contro la recinzione di un supermercato: difatti, l'urto ha provocato l'inizio di un incendio, con le fiamme che non hanno dato scampo al giovane, rimasto carbonizzato all'interno dell'abitacolo.

I soccorsi

Tempestivo è stato l'arrivo sul posto di diverse pattuglie, tra cui Vigili del Fuoco, Carabinieri e personale sanitario. I pompieri hanno dapprima domato le fiamme per permettere il soccorso degli operatori dell'autoambulanza. Questi ultimi tuttavia hanno potuto solo constatare il decesso avvenuto sul colpo del 23enne, per il quale non c'è stata alcuna possibilità di soccorso. Nicola Battaglini era un giovane dipendente di un supermercato della zona del Lago.

Non è l'unico grave sinistro stradale accaduto di recente

Quello accaduto al 23enne non è l'unico incidente stradale nel quale ultimamente perde la vita una giovane vita. Sempre nella notte tra sabato e domenica infatti, lungo la strada Via del Mare di Roma, un ragazzo moldavo di ventisette anni è rimasto coinvolto in un violento scontro.

Erano circa le ore 2.45 quando quest'ultimo è stato investito violentemente da una Hyundai Tucson guidata da una donna, la quale si è apprestata subito nell'allertare i soccorritori. Come nel caso di Nicola, i sanitari non hanno potuto soccorrere il ragazzo la cui morte è avvenuta subito dopo il violento impatto. La strada è rimasta chiusa per qualche ora in entrambe le direzioni fra via dei Cocchieri e via dell'Ippodromo di Tor di Valle, per poi essere ripristinata successivamente.