L'ocfentanil ha fatto la sua prima vittima anche in Italia, precisamente a Milano: un 39enne è stato trovato senza vita, per overdose, nella sua abitazione. Vicino al corpo è stata trovata una siringa contenente l'ocfentanil, un oppioide nato all'inizio degli anni '90 per soppiantare il fentanil [VIDEO], antidolorifico che attualmente viene sfruttato come sostanza stupefacente. La morte del 39enne milanese ha aperto il dibattito sui rischi e sugli effetti dell'oppioide di cui, forse, in Italia si sa troppo poco. L'ocfentanil, ribattezzato 'eroina sintetica', è reputato insidioso perché, in realtà, non è annoverato tra i farmaci per la scarsità di sperimentazioni e informazioni.

Un potente sedativo

Nessuno, attualmente, è al corrente di tutti i rischi dell'ocfentanil: l'unica cosa certa è che può rivelarsi letale e viene ritenuto una valida alternativa all'eroina. Dal punto di vinta strutturale, ocfentanil e fentanil non presentano differenze rilevanti, anzi sono alquanto analoghi. Lo sviluppo del primo risale agli inizi degli anni '90: i ricercatori miravano a creare qualcosa di clinicamente più sicuro del fentanil, composto 100 volte più potente della morfina. La farmacologia dell'ocfentanil, ad oggi, non è fruibile pubblicamente, si sa solamente che ha effetti analoghi a quelli degli altri oppiacei e del fentanil. Quando si parla di ocfentanil, dunque, si fa riferimento a un potente sedativo, analgesico e oppioide contro la depressione respiratoria.

Da vari test è emerso che l'eroina sintetica è all'incirca 2,5 volte più forte del fentanil ma la durata del suo effetto è inferiore.

Il rischio overdose è alto

Sono numerosi gli effetti collaterali dell'ocfentanil [VIDEO], tra cui torpore, nausea, prurito, depressione respiratoria grave, agitazione e, nella peggiore delle ipotesi, morte. L'Oms (Organizzazione mondiale della sanità) ha sottolineato che si sono registrati diversi casi di morte conseguente all'assunzione dell'eroina sintetica. C'è il timore che il numero delle morti possa aumentare perché la suddetta sostanza viene spacciata come eroina e pochi sanno che il rischio overdose è elevato. Finora a Milano il nemico number one è stato l'eroina che, solamente nel 2018, ha ucciso sei persone per overdose. D'ora in avanti si dovrà contrastare un nuovo nemico, una sostanza che negli Usa è già diventata un grave problema sociale.