Momenti di tensione e concerto sospeso per alcuni istanti. Sabato sera Sfera Ebbasta è stato costretto ad interrompere per alcuni minuti la sua esibizione al Wake Up Festival dedicato alla musica di tendenza. Il caos si è scatenato intorno alla mezzanotte quando qualcuno ha spruzzato dello spray al peperoncino [VIDEO] provocando scompiglio tra il numeroso pubblico presente all’outlet Mondovicino (provincia di Cuneo). L’episodio si è consumato sotto il palco con alcuni fan del venticinquenne trapper di Cinisello Balsamo che hanno iniziato ad avvertire forti bruciori al viso e problemi respiratori. La tensione è salita alle stelle con gli organizzatori che hanno immediatamente allertato il personale medico.

Quando è scattato l’allarme nell’arena erano presenti oltre tremila spettatori. Immediato l’intervento dei carabinieri di Mondovì che, oltre a ristabilire l’ordine, hanno cercato di individuare i responsabili dell’accaduto. Oltre venti giovani sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari.

Il concerto è stato sospeso per alcuni istanti

Come riportato dal Corriere della Sera un ragazzo è stato ricoverato in ospedale per problematiche alla vista e per i forti bruciori al petto e al volto. In diversi hanno accusato problemi respiratori (senza subire gravi conseguenze) e sono stati soccorsi [VIDEO] dal personale della Croce Rossa.

Le forze dell’ordine non hanno escluso che la situazione caotica sia stata creata ad arte da un gruppo di balordi per allontanarsi rapidamente dalla folla dopo aver messo a segno una serie di piccoli furti.

In particolare alcuni giovani si sono ritrovati senza le catenine che avevano al collo al termine dell’evento svoltosi all’outlet di Mondovicino.

Segnalati piccoli furti, i carabinieri indagano

Per tale motivo – come riferito da Repubblica - si ipotizza che ad agire sia stata una banda organizzata. Da rilevare che lo stesso Sfera Ebbasta si è adoperato per tranquillizzare i fan e riportare la calma. Quando la situazione è tornata alla normalità l’artista ha ripreso il concerto. “Tutto bene ragazzi? Possiamo riprendere?”.

Quanto accaduto sabato sera durante l’esibizione del trapper ha riportato alla mente quanto accaduto un anno fa sempre al Wake Up Festival durante la performance del rapper italo tunisino Ghali. Anche in quell’occasione fu spruzzato tra la folla presente all'evento dello spray al peperoncino.