Orrore a Cardito in provincia di Napoli: un bimbo di 7 anni ha perso la vita. Secondo le rivelazioni riferite dalla sorellina, anche lei vittima del pestaggio ma per fortuna fuori pericolo di vita, a compiere un gesto cosi efferato e disumano sarebbe stato il compagno della madre del piccolo. La bimba ancora scossa ha raccontato di essere stata picchiata con una scopa. Gli inquirenti, giunti sul posto del delitto, hanno come da prassi interrogato la madre del bambino, una donna di 30 anni e il presunto assassino, un uomo di 24 anni, che poi è finito in stato di fermo al seguito dell'interrogatorio. Le prime ricostruzioni della scena del crimine raccontano del ritrovamento del piccolo disteso sul divano dell'abitazione, ormai privo di vita.

Pubblicità
Pubblicità

La segnalazione dei vicini di casa e le condizioni della sorellina ricoverata con il codice rosso all'ospedale pediatrico di Napoli

Tutto è iniziato con la segnalazione dei vicini di casa che si sono messi in contatto con le forze dell'ordine, allarmati dalla lite e dagli schiamazzi provenienti dall'abitazione. Per il momento rimane ancora un mistero il movente di un simile gesto. Sulle cause scatenanti avrebbe dovuto rispondere il presunto assassino nell'interrogatorio al quale è stato sottoposto, ma l'uomo ha proclamato la sua innocenza dichiarando che i bambini sarebbero caduti dalle scale senza alcun pestaggio con la scopa.

La sorella della vittima è stata ricoverata nell'ospedale di Napoli in codice rosso, ma le sue condizioni per fortuna non preoccupano i medici. L'altra sorella non ha presentato alcuna contusione a seguito del litigio che ha spezzato la vita di un bambino. Secondo quanto riportato dal quotidiano ''Il Corriere Della Sera'', alcune fonti mediche avrebbero escluso tumefazioni negli organi interni della piccola bambina sopravvissuta alla lite, tuttavia avrebbe riportato varie escoriazioni al viso non preoccupanti, perché la tac alla quale si è sottoposta ha escluso problemi neurologici e motori.

Pubblicità

Cardito, Napoli: ancora mistero sulle cause e sullo svolgimento della vicenda

Questa vicenda ha letteralmente sconvolto gli abitanti di Cardito perché prima di questo delitto, non erano mai stati uditi altri litigi che potessero fare presagire un epilogo cosi drammatico. Anche il sindaco della cittadina è rimasto visibilmente scosso e sorpreso da questo fatto ed ha dichiarato: "La mamma era seguita dai servizi sociali ma non abbiamo mai ravvisato segnali particolari".

Il sindaco ha poi aggiunto che conosceva la famiglia dell'uomo, ma non la madre dei bambini perché era originaria di un altro paese della zona.

Leggi tutto