Domenica di sangue per la comunità di Casal Velino: la bella e giovane Rosita Esposito ha perso la vita a causa di un incidente stradale. In corso gli accertamenti sulle dinamiche del sinistro che hanno causato la morte della ventunenne di origini napoletane.

Lo schianto

Doveva essere una mattinata tranquilla, all'insegna della spensieratezza e del relax che sempre contraddistinguono le domeniche di studenti e lavoratori. Così non è stato per le comunità di Casal Velino e Napoli (le sue origini sono partenopee, ma la giovane viveva da tempo nel salernitano) che questa mattina hanno appreso della tragica scomparsa di Rosita.

La notizia si è infatti diffusa rapidamente nel comune, lasciando tutti increduli.

La ventunenne si era messa alla guida della sua auto alle prime luci dell'alba al termine di una serata trascorsa con alcuni amici presso un noto locale della zona: Rosita stava viaggiando lungo un tratto di strada da lei frequentato abitualmente (quello che collega il bivio di Aquavella a Casal Velino) ma poi qualcosa è andato storto.

Stando a quanto si apprende attraverso le notizie riportate su diverse testate locali, la vittima sarebbe riuscita a percorrere soltanto diversi metri prima di finire fuori strada ed impattare violentemente contro un muro. Immediati i soccorsi dei sanitari della Misericordia ma per Rosita, tuttavia, non vi è stato nulla da fare.

Ogni tentativo di rianimare il suo corpo, terminato fuori dall'abitacolo, si è infatti rivelato vano.

Effettuati i primi rilievi sul luogo del sinistro, ma non sembrerebbero ancora note le cause che hanno portato all'improvviso sbandamento del veicolo. Sulla triste vicenda indagano i Carabinieri della stazione di Acquavella e quelli di Vallo della Lucania

Rosita, un tragico destino

Rosita era una ragazza solare e sempre disponibile nonché una grande lavoratrice: la ventunenne, "costretta" a rimboccarsi le maniche dopo aver perso entrambi i genitori (prima la mamma quando frequentava ancora le scuole medie, poi anche il padre qualche anno fa), lavorava presso un noto ristorante della zona e viveva insieme al fratello che da qualche tempo aveva messo su un attività di noleggio barche.

In tanti stanno dedicando in queste ore un ultimo saluto alla giovane che tra qualche mese avrebbe festeggiato il suo ventiduesimo compleanno. “E’ una notizia tristissima” - dice una amica, profondamente scossa dalla vicenda e in attesa di conoscere la verità sulla tragica morte di Rosita.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!