Annuncio
Annuncio

Momenti di paura questa sera in provincia di Brindisi e nel Salento per una scossa sismica di magnitudo 3.3 Richter, il cui epicentro è stato individuato a 5 km da Torre Santa Sabina, non lontano da Carovigno. L'evento sismico si è verificato in mare, ma è stato nettamente avvertito su tutta la costa, addirittura fino al comune capoluogo. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, tre le località di Torre Santa Sabina e Torre Canne, le persone hanno sentito tremare i pavimenti delle loro abitazioni. A parte il grande spavento, non si registrano danni a persone o cose.

Numerose chiamate ai Vigili del Fuoco

Il centralino del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Brindisi è stato preso praticamente d'assalto dalla gente che voleva informazioni su quanto successo.

Annuncio

La profondità della scossa è stata stimata intorno agli 11 chilometri, proprio sotto il fondale marino. Non è inoltre la prima volta che la costa brindisina viene colpita da un evento del genere. Il 24 marzo dello scorso anno, sempre sulla costa a nord di Brindisi, fu registrata una scossa ancora più forte, pari a circa 3.9 gradi Richter. Il sisma colse gli abitanti in piena notte, quando era da poco passata la mezzanotte. Anche in quell'occasione la paura fu tantissima, ma non si registrarono né danni né feriti. Inoltre, secondo quanto riporta la testata giornalistica locale on-line Brindisi Report, la coincidenza con la scossa dell'altra volta è quasi perfetta, in quanto corrisponde a Latitudine 40.84 N - Longitudine 17.7.

Annuncio

Evento diventato subito social

Come spesso accade in queste situazioni, l'evento è diventato subito virale, specialmente sui social network, dove le persone hanno condiviso la notizia, rimbalzata immediatamente sui media. Gli internauti si sono quindi scambiati i pareri su quanto successo. L'evento ha destato la curiosità di molte persone. Generalmente il Salento, e tutta l'intera costa brindisina, sono considerate zone a bassa sismicità. La notizia è stata anche confermata dall'ING, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'ente che nel nostro Paese si occupa di monitorare 24 ore su 24 la situazione relativa ai terremoti, anche di piccola intensità, e l'attività dei numerosi vulcani presenti sul suolo nazionale.

Annuncio

Sicuramente nelle prossime ore si potranno conoscere ulteriori dettagli su quanto successo questa sera in Puglia, dove la terra è improvvisamente tornata a tremare.