Youtube, la piattaforma più famosa per la condivisione e la visualizzazione di video in rete, ha deciso di disattivare i commenti sotto i video dove sono presenti i minori. La decisione è avvenuta a seguito di alcune segnalazioni dopo che determinati video con minori erano finiti nel mirino di una rete di pedofili. E’ stata la stessa società a dare la notizia attraverso un annuncio sul blog dei creativi di YouTube, che intende così proteggere gli utenti più piccoli che vengono minacciati attraverso una marea di commenti inappropriati. Sono stati alcuni commenti azzardati e offensivi che hanno allarmato utenti e genitori, nonché inserzionisti pubblicitari.

Matt Watson: centinaia di commenti pericolosi destinati ai bambini

La polemica è partita dallo youtuber Matt Watson, che ha voluto avvisare della pericolosità che circola tra i commenti della piattaforma. Infatti, nei giorni scorsi è stato scoperto che una rete di pedofili ha utilizzato il motore di ricerca di Youtube, alla ricerca di video con la presenza di minori, per poi lasciare dei commenti con termini violenti.

Youtube: disattivati i commenti da decine di milioni di video

Come si legge nella nota, durante la settimana scorsa la piattaforma ha disattivato i commenti da decine di milioni di video, esposti a pericoli. Nei prossimi mesi la società si impegnerà a disattivare anche i commenti di altri video, dove sono presenti bambini e ragazzini, che potrebbero attirare attenzioni pericolose per i minori. Secondo Youtube, solo un piccolo numero dei cosiddetti ‘creator’ potranno mantenere i commenti abilitati su questi tipi di video.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Google

Si tratta di alcuni canali per bambini che saranno autorizzati a mantenere i commenti sotto i loro video, ma saranno sottoposti ad un costante controllo e monitoraggio. Così, Youtube potrà riconoscere e rimuovere in tempo i contenuti potenzialmente pericolosi per i minori.

La piattaforma e le sue norme

Ringraziando per la comprensione per quanto riguarda questi cambiamenti, la piattaforma conclude la nota sottolineando che nessuna forma di contenuto che mette in pericolo i minori è accettabile su YouTube.

Per questo motivo, come dichiara Susan Wojcicki, CEO della piattaforma, sono stati eliminati anche oltre 450 canali che attraverso i contenuti dei loro video, tentavano di mettere in pericolo bambini in qualsiasi modo. Ma anche i contenenti di video che incoraggiano sfide dannose e pericolose rivolti a qualsiasi pubblico, sono chiaramente contrari alle norme della piattaforma.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto