Olindo Romano e Rosa Bazzi sono i coniugi incolpati e condannati per quella che venne chiamata la strage di Erba. I due detenuti continuano ad incontrarsi in maniera periodica all'interno del carcere di Opera, dove si trova Olindo: la coppia, durante il loro percorso giudiziario, è stata sempre vista molto unita ed innamorata. A quanto pare però, un secondo uomo potrebbe essere entrato a far parte della vita di Rosa. A raccontare l'indiscrezione è 'La Provincia di Como', che ha affermato che un detenuto presso lo stesso carcere della donna avrebbe rifiutato la semilibertà pur di continuare a vedere la moglie di Olindo.

Pubblicità

Le voci sulla relazione di Rosa e un detenuto

L'avvocato della coppia, Fabio Schembri, ha rivelato che la vita sentimentale dei suoi assisti non è affar suo, ma nonostante ciò ha escluso la possibilità che Rosa possa avere una nuova relazione. Il legale ha dichiarato che lui parla più con Olindo, il quale è ancora molto innamorato di sua moglie; inoltre ha aggiunto che nessuno dei due gli ha proposto di modificare la quantità dei loro incontri, che avvengono in maniera regolare di settimana in settimana.

Oltre agli incontri, ci sarebbero molte telefonate.

All'interno del carcere di Bollate però, dove Rosa Bazzi sconta la sua pena, le voci di una presunta relazione tra lei ed un altro uomo proseguono da tempo. Ad aggiungersi alle voci, ci sarebbe stata poi la notizia di un detenuto che ha rinunciato alla sua semilibertà proprio per amore di Rosa. Il legale dei coniugi ha però continuato a negare tutta la vicenda, sostenendo che questa sia un'invenzione di chi ce l'ha con loro. Staremo dunque a vedere i prossimi sviluppi della vicenda.

Pubblicità

Azouz Marzouk chiede la revisione della sentenza

Negli scorsi giorni si è proprio tornati a parlare della coppia artefice, per la giustizia, della strage di Erba. Azouz Marzouk, familiare delle vittime, ha richiesto la revisione delle sentenza che condanna proprio i coniugi Rosa e Olindo. L'uomo sostiene che i due siano in realtà innocenti, anche se all'epoca dei fatti confessarono il crimine dopo essersi prima dichiarati innocenti.

Proprio ieri sera, all'interno della trasmissione televisiva Le Iene, è andata in onda l'intervista esclusiva a Rosa Bazzi.

La donna, che non aveva più parlato di fronte alle telecamere dopo essere stata dichiarata colpevole, ieri sera però ai microfoni della trasmissione ha ribadito la sua innocenza e quella del marito, oltre a rivelare un particolare inedito. La Bazzi sostiene infatti di aver visto un uomo con un sacchetto di plastica in mano all'interno del palazzo, proprio pochi minuti prima che la strage fosse compiuta.