Si chiama Baker ed è un bambino dell'Oklahoma (Usa) di appena un anno nato con la sindrome di Beckwith-Wiedemann (BWS), ovvero una malattia rarissima che gli faceva crescere la lingua continuamente, a dismisura. Operato per l'asportazione di metà della sua lingua, il bambino oltre ad evitare una deformazione della bocca, ora può magiare e respirare. Ora sta bene, ma dovrà affrontare altre cure, il cui importo è di circa due milioni di dollari, secondo le stime. La mamma del bambino rivela di non aver capito subito che si trattava di una malattia.

Il bambino con la lingua che cresceva a dismisura: aveva già affrontato un cancro allo stomaco

La sindrome di Beckwith-Wiedermann è una malattia genetica molto rara che fa crescere la lingua di chi ne è affetto continuamente, e la storia ad essa correlata arriva dall'Oklahoma, Stati Uniti. Un bambino di un anno aveva la lingua che gli cresceva continuamente, tanto che la madre pensava che il figlio facesse semplicemente delle linguacce per scherzo. Fin dall'inizio della sua vita, Baker ha dovuto lottare con una nascita prematura di otto settimane effettuata con cesareo di emergenza e con un raro cancro allo stomaco per cui ha dovuto essere operato e sottoposto a chemioterapia per molto tempo.

Una volta a casa, ad ottobre scorso, ha avuto questa particolarissima malattia alla lingua. I medici in ospedale che gli hanno diagnosticato questa sindrome lo hanno operato per asportargli metà della lingua per permettergli di mangiare, parlare una volta divenuto in grado di farlo e respirare normalmente, nonché a permettere alla bocca di non subire pericolose deformazioni che potrebbero in ogni caso compromettere il suo normale sviluppo psicofisico.

Molti dottori stessi non hanno dimestichezza con questa rarissima sindrome, essendo appunto manifestata soltanto da un individuo ogni milione. Ma ora il piccolo sta bene.

La madre del bambino: 'Sono spaventata dalle sue prime foto'

Le spese da affrontare per questa situazione si aggirano intorno ai due milioni di dollari così la famiglia del piccolo ha deciso di aprire una raccolta fondi per sostenere le cure del piccolo in futuro.

La mamma del bambino, che inizialmente pensava che quelle del figlio fossero soltanto delle smorfie per puro scopo ludico del piccolo, ora ha confessato ai media di essere spaventata dalle foto del bambino precedenti l'operazione alla lingua. “Non ho tenuto conto delle difficoltà che avrebbe dovuto affrontare” dichiara la donna, provata. “Ora mio figlio sorride, e possiamo permetterci di dargli dei cibi più grandi. Lu stesso se li porta alla bocca da solo.”