Il periodo dell'influenza invernale è ormai alle spalle, ma con l'arrivo della bella stagione, specialmente in primavera, come si sa arriva il momento delle allergie e di alcuni fastidiosi virus, detti appunto "di primavera". In questi ultimi giorni si stanno segnalando tantissimi casi in tutta Italia, sopratutto relativi a disturbi gastrointestinali. Chi viene colpito da questi fastidi, causati da un microrganismo chiamato "enterovirus" (che non è comunque il solo), accusa dolori allo stomaco, vomito e addirittura qualche linea di febbre.

Pubblicità
Pubblicità

Il virologo Fabrizio Pregliasco, dell'Università di Milano, ha dato importanti consigli alla popolazione attraverso alcuni importanti media nazionali.

Il virologo parla di 'boom di casi'

Secondo Pregliasco in queste ultime settimane si stanno registrando tantissimi casi. Nelle scorse settimane, ha spiegato il professore, le temperature sono state molto alte e questo ha favorito il diffondersi di questi virus, che trovano proprio nell'aria calda un habitat ideale per riprodursi.

Pubblicità

Difatti molti alberi sono in fiore favorendo anche il diffondersi dei pollini di questi ultimi. Il dottore ha spiegato che è proprio qui che bisogna stare attenti e non confondere una normalissima allergia, tipica del periodo ricordiamo, con i sintomi provocato da questo virus. Circa 200 mila italiani, secondo le stime, potrebbero essere colpiti settimanalmente dagli spiacevoli effetti provocati da questo microrganismo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Negli ultimi anni, anche persone adulte di età superiore ai 20-30 anni, si stanno scoprendo all'improvviso allergiche a qualcosa, come ad esempio ai pollini, e questo potrebbe portare proprio questi ultimi a scambiare gli effetti del "virus di primavera" con quelli dell'allergia, il che potrebbe portare a conseguenze non proprio piacevoli.

Il consiglio

A questo punto, dopo aver illustrato le caratteristiche e i sintomi del malessere, Fabrizio Pregliasco ha dato tutti i consigli del caso, soprattutto su come fare a riconoscere il virus.

Il professore ha distinto nettamente un'allergia dal virus intestinale, informando che la sola allergia provoca starnuti a salve e fuoriuscita di liquido trasparente dal naso e dagli occhi, e dura pochi giorni. Se però la sintomatologia dovesse persistere per oltre 4 giorni, allora in quel caso il dottore consiglia le persone affette dal male a rivolgersi al proprio medico curante per approfondire il caso.

Pubblicità

E non è escluso che sia proprio l'enterovirus la causa dei fastidi. Da non sottovalutare, come detto già in precedenza, i dolori di stomaco ed eventuali episodi di vomito e crampi allo stomaco, che sono proprio le caratteristiche con cui si presenta il virus primaverile.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto