Una terribile tragedia si è verificata a Jahangirabad, in India, dove una piccola bimba di due soli due anni è morta folgorata. La piccola avrebbe messo in bocca un cavo del caricabatteria di un telefono cellulare, il quale era stato lasciato attaccato alla presa di corrente da persone non meglio identificate. La bimba stava curiosando vicino la presa elettrica, e ovviamente non credeva che potesse prendere la corrente: la scossa è stata potentissima, la piccola è stata subito soccorsa con l'ambulanza, ma purtroppo per lei non c'è stato nulla da fare. Inutili i tentativi di rianimazione da parte del personale medico. I nonni sono rimasti sotto choc.

Pubblicità
Pubblicità

Incidente domestico

Sul caso la Polizia locale ha aperto un'indagine, al termine della quale - viste anche le circostanze - nessuno è finito nel registro degli indagati. Il fatto è stato archiviato come incidente domestico. Secondo quanto riporta la stampa internazionale, la mamma della bimba era andata a trovare i suoi genitori per qualche giorno, e al momento del dramma la donna era uscita per fare delle commissioni, per cui è rimasta da sola a casa con i nonni.

Un attimo di distrazione da parte della coppia avrebbe causato la tragedia: la bimba è andata vicino la presa elettrica, e voleva vedere che cosa fosse quel cavo attaccato alla stessa. Quando la piccola ha avvicinato il cavo alla bocca e lo ha morso, toccando quindi il metallo conduttore che si trovava al suo interno, è partita la scossa elettrica. La città in cui è accaduto il dramma si trova nello stato dell'Uttar Pradesh. La bambina era originaria di Mustafabad, una località che si trova nel distretto di Delhi Nord Est.

Pubblicità

Tanti incidenti simili

Purtroppo la bimba indiana non è la prima vittima dei caricabatteria. Molto spesso infatti si sentono incidenti simili, legati proprio all'uso scorretto di queste apparecchiature elettroniche, che possono essere molto pericolose. Ci vuole pochissimo infatti perché questi dispositivi possano scatenare una scossa elettrica fatale. Uno dei luoghi domestici in cui si verificano spesso fatti di cronaca simili è il bagno, in quanto molte persone usano il telefono, in carica, mentre si lavano nella vasca.

Questo infatti è quanto accadde nel 2018 ad una donna francese che abitava vicino Grenoble. La vittima in quell'occasione era anche incinta, e stava usando tranquillamente il suo smartphone, che era attaccato alla presa di corrente, e quindi sotto carica. Fu un attimo: all'improvviso partì la scossa, che purtroppo causò il decesso della povera signora. La vicenda indiana ha sconvolto il Paese, ma come detto non ci sarebbe nessuna responsabilità, sia da parte dei nonni, sia da parte della madre.

Pubblicità

Leggi tutto