Grande successo per la colletta lanciata dalla Rete italiana antifascista a favore di Carola Rackete, la capitana della nave Sea Watch 3 che aveva cercato di entrare a Lampedusa. "I soldi - hanno spiegato gli organizzatori - serviranno a pagare le multe per essere entrati nelle acque territoriali senza autorizzazione". Ieri, intanto, alcuni politici del Partito Democratico, insieme a giornalisti, fotografi e operatori, sono saliti sulla nave per monitorare la situazione dei 42 profughi sulla barca.

Raccolti fondi su Facebook per aiutare la capitana Carola Rackete della Sea Watch

Sono stati raccolti oltre 220mila euro in un giorno per aiutare la Sea Watch 3 a pagare le possibili multe per essere entrata nelle acque territoriali italiane davanti a Lampedusa. Sui social è nata una colletta per aiutare la capitana tedesca Carola Rackete che dovrà pagare una multa dai 10 ai 50mila euro. Nemmeno gli organizzatori si aspettavano un successo del genere da un'idea nata soltanto mercoledì sera.

'Il nostro è stato un gesto di umanità, non una scelta politica' le parole degli organizzatori. Ad organizzare la raccolta fondi sono state le pagine Facebook 'Rete italiana antifascista', 'Il Partigiano', 'Padri e Madri della Libertà' e 'Il razzismo non ci piace'. 'La raccolta fondi è a favore di Carola Rackete, per farle sentire il nostro supporto morale, vogliamo farle capire che non è sola in questa missione' hanno spiegato dal comitato organizzatore. La raccolta fondi proseguirà ancora nei prossimi giorni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Tecnologia

Politici e giornalisti a bordo della nave Sea Watch: 'Condizioni di emergenza'

Dalla raccolta fondi al fronte politico. Ieri alcuni parlamentari del Partito Democratico, Sinistra Italiana e +Europa, insieme a giornalisti e fotografi, sono saliti sulla nave per controllare da vicino la situazione dei migranti. 'Lasciare queste 42 persone qui in mezzo al mare è un atto disumano e crudele, un'inutile sofferenza' le parole del capogruppo democratico Cristiano Del Rio, uno dei politici saliti sulla Sea Watch.

'Ormai non si tratta più di discutere delle politiche sull'immigrazione, questo è soltanto un inutile accanimento e ritrovare un po' di umanità'. 'Resteremo a bordo della nave fino a quando non sarà messa in sicurezza, queste persone devono essere portate a terra al più presto' ha concluso Del Rio.

La soluzione, però, sembra molto lontana: 'Capiamo l'Italia, ma non prenderemo i migranti' ha fatto sapere l'Olanda.

La Sea Watch ha infatti bandiera olandese. 'È una vicenda che non finisce qui' la replica del ministro degli Interni, Matteo Salvini. Già, come finirà questa vicenda?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto