Pietro Genovese è stato posto agli arresti domiciliari. Il ragazzo, figlio del regista Paolo Genovese, è accusato di duplice omicidio stradale. La scorsa domenica il 20enne ha infatti investito due 16enni: Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann. L'incidente è avvenuto a Roma, lungo corso Francia. L'ordinanza nei confronti del giovane è stata notificata in data 26 dicembre 2019. Paolo è risultato positivo all'alcol test e non negativo all'assunzione di varie droghe. Nel suo corpo è stato rinvenuto un tasso alcolemico pari ad 1,4 grammi per litro, tre volte superiore a quello previsto dalla nostra legge.

Il semplice ritiro della patente, secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, non sarebbe bastato ad impedire il pericolo di reiterazione del reato. La richiesta degli arresti domiciliari nei confronti del figlio del noto regista è stata concessa dal gip ai pm che avevano fatto richiesta. Al momento non è dato stabilire con certezza se il suv di Paolo fosse passato col rosso al momento del sinistro, ma la sua posizione si è sensibilmente aggravata dopo i risultati dei test medici.

Escluso il coinvolgimento di altre autovetture

I pm stanno attualmente indagando per duplice omicidio stradale, tuttavia, adesso che le condizioni di Pietro Genovese alla guida del suv sono state accertate, sarà necessario costruire minuziosamente le dinamiche dell'incidente che ha posto fine alle vite di Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann. Le due ragazze lasciano i rispettivi fidanzati e le loro famiglie in un dolore incommensurabile.

L'autopsia effettuata sui corpi delle due 16enni residenti a Roma ha ad ogni modo escluso qualsiasi coinvolgimento di ulteriori autovetture nel corso del sinistro.

Inizialmente si pensava che le ragazze fossero state investite e trascinate da almeno altre due macchine, tuttavia il medico legale, dopo quanto analizzato, ha escluso questa eventualità. Invece, lo scenario sarebbe abbastanza differente: Gaia e Camilla sarebbero decedute sul colpo, sui cadaveri sono state rinvenute diverse fratture.

In data 27 dicembre 2019 è previsto il funerale delle due 16enni. Gaia e Camilla saranno sepolte lo stesso giorno per volere delle famiglie, in onore alla loro amicizia in vita.

Edward Von Freymann: 'Nessun motivo per andare avanti'

Nel 2011, mentre era in sella alla sua moto in zona Eur, Edward Von Freymann, papà di Gaia, fu vittima di un incidente: sono otto anni che l'uomo è costretto su una sedia a rotelle. L'avvocato Giovanni Maria Giaquinto, legale di Edward, ha reso noto il dolore da parte del suo assistito. Giaquinto ha riferito come il papà di Gaia finora fosse andato avanti per amore della giovane figlia, ma ora che lei non c'è più, non comprende quale altra ragione ci sia per continuare a vivere.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!