L'associazione "Patto per la Scienza" comunica di aver presentato una denuncia presso le procure della Repubblica di Modena e Ancona a carico del farmacologo Stefano Montanari. L'uomo, più volte negli scorsi giorni, in alcuni video apparsi su Youtube e Byoblu ha sostenuto che il Coronavirus sia una epidemia inesistente e che si sta bloccando il mondo intero per nulla . Il medico modenese è noto per le sue posizioni no-vax. L'associazione degli scienziati ritiene molto gravi le affermazioni di Montanari circa il Sars-CoV-2.

In sostanza, nel suo discorso e durante la sua intervista a Byoblu, il professionista sosteneva che l'epidemia sarebbe un'invenzione bella e buona e che il tutto sia stato creato apposta per arricchire i produttori di vaccini.

Pier Luigi Lopalco: 'La disinformazione può fare vittime'

Sulla vicenda è intervenuto anche Pier Luigi Lopalco, responsabile della task force in Puglia per l'emergenza Covid-19, il quale ha riferito che comunque c'era da aspettarselo che alcuni guru antivaccinisti sarebbero andati all'attacco "buttandosi a pesce su teorie complottiste".

Per Lopalco, soprattutto in questi tempi, la disinformazione può fare vittime. Il coronavirus è un argomento molto serio e tantissimi scienziati nel mondo stanno lavorando giorno e notte per poter produrre un medicinale utile a combattere la malattia. La testata giornalistica locale online Modendiretta riferisce che lo stesso Montanari, nel corso dei suoi monologhi, ha affermato che la semplice vitamina D è utile come rimedio per potersi proteggere dagli attacchi del virus.

Tale teoria è stata assolutamente smentita. Tali dichiarazioni di Montanari sono arrivate tra l'altro proprio nel giorno in cui la provincia in cui egli risiede, Modena appunto, ha superato quota 100 morti a causa del Covid-19 con un drammatico record di 15 vittime nelle ultime 24 ore.

Dichiarazioni di Montanari generano confusione

Secondo il "Patto per la scienza" dunque le dichiarazioni effettuate dal medico modenese generano confusione nella popolazione, e possono portare anche i cittadini a sottovalutare l'emergenza e quindi a compiere atti illeciti.

L'associazione scientifica in questione è nata proprio con l'obiettivo di portare a conoscenza del pubblico le evidenze scientifiche alla base delle scelte legislative e di governo. Si tratta inoltre di uno strumento utile a tutta la popolazione che vuole combattere bufale e fake news. La diffusione del coronavirus continua a crescere nel nostro Paese: sono 7.503 i deceduti a causa della malattia originatasi in Cina e 74.386 i casi totali. Nelle prossime ci saranno ulteriori aggiornamenti sul bilancio dell'epidemia in Italia.

Segui la nostra pagina Facebook!