Una tragedia ha portato agli onori della cronaca la città di Celle di Bulgheria, in provincia di Salerno. Francesca Maione, 27 anni, ha perso la vita folgorata all'interno della doccia, molto probabilmente a causa di una scarica elettrica proveniente dal braccetto. Per lei non c'è stato nulla da fare, è deceduta sul colpo. Sul luogo dell'incidente i vigili del fuoco, che si sono occupati della messa in sicurezza dell'abitazione e del recupero della salma della giovane, e i carabinieri, che stanno lavorando alla ricostruzione della dinamica dell'incidente.

Celle di Bulgheria: Francesca deceduta folgorata in doccia

Tragico destino quello di Francesca Maione, deceduta folgorata sotto la doccia a causa di una dispersione di energia elettrica. La ragazza di 27 anni residente a Poderia, frazione di Celle di Bulgheria (Salerno), è deceduta nella serata di ieri, venerdì 15 maggio.

Secondo le prime informazioni, il tutto è accaduto nel tardo pomeriggio. La ragazza era appena rientrata da una passeggiata e aveva deciso di farsi una doccia. Dopo poco, però, nell'abitazione c'è stato un improvviso blackout e i familiari della giovane sono accorsi allarmati in bagno e l'hanno trovata mentre giaceva all'interno del box doccia, senza dare nessun segno di vita.

I soccorsi sono stati allertati immediatamente, ma gli operatori sanitari del 118 non hanno potuto far altro che constatarne il decesso: Francesca è morta sul colpo.

Sulla salma di Francesca eseguita l'autopsia

Presso la casa della 27enne sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Policastro Bussentino, che si sono occupati della messa in sicurezza dell'abitazione in cui, vista la situazione, era presente molta acqua.

Per questo motivo si è reso necessario il recupero della salma della giovane senza poter utilizzare la corrente elettrica. I carabinieri si stanno occupando di ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Al momento l'ipotesi più accreditata è che Francesca possa essere deceduta a causa di una scarica elettrica arrivata dal braccetto della doccia.

Nel caso in cui questa ipotesi venisse confermata, bisognerebbe capire che cosa abbia fatto da conduttore.

La procura di Vallo della Lucania ha aperto un'indagine. È stato nominato anche un perito elettricista, a cui è stato dato l'incarico di testare il corretto funzionamento dell'impianto elettrico dell'abitazione. Nella mattinata di oggi, sabato 16 maggio, si è proceduto con l'esame autoptico sulla salma, eseguito presso l'ospedale San Luca di Vallo della Lucania (Salerno). Secondo una prima ricostruzione effettuata dal medico legale, la giovane sarebbe deceduta nel giro di pochi secondi.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!