I social network tendono ad amplificare la diffusione di notizie false attraverso centinaia di profili e pagine. Facebook è usato da miliardi di persone ogni giorno per informarsi anche se, navigando all'interno dei suoi contenuti, non è difficile trovare alcune pagine che diffondono contenuti fuorvianti. Da diverso tempo ormai esiste uno strumento utile che protegge gli utenti dalla disinformazione: si tratta di NewsGuard, una startup di New York che attraverso un team di giornalisti analizza la credibilità e la trasparenza delle notizie pubblicate su internet. NewsGuard ha appena pubblicato una ricerca in cui ha segnalato diverse pagine Facebook che pubblicano disinformazione sul Coronavirus.

Dieci di queste hanno migliaia di utenti iscritti, che a loro volta condividono le notizie all'esterno. Se una di queste si rivela falsa, si rischia di creare una catena di disinformazione che può essere difficile poi da controllare.

Le 10 pagine che hanno diffuso fake news

NewsGuard ha definito queste pagine Facebook "super diffusori" di Fake News. Grazie al loro alto numero di follower, tali profili non hanno avuto difficoltà a far conoscere i loro contenuti non solo ai propri iscritti, ma anche al di fuori. Il team di Newsguard ha constatato che in queste pagine si spacciavano per vere notizie non verificate relative all'emergenza coronavirus. Una delle più cliccate e condivise è ad esempio quella della teoria non verificata secondo la quale il SarsCoV-2 sarebbe stato creato in un laboratorio di Wuhan.

Si deve precisare a tal proposito che specifici studi medici, apparsi anche sulla rivista Nature Medicine, hanno dimostrato in maniera incontrovertibile che il nuovo coronavirus si è sviluppato in natura e non è frutto di una manipolazione genetica. Sulle pagine in questione si sono condivise notizie che riguardavano anche falsi rimedi: tra questi la cura con acqua calda e limone, che secondo alcuni articoli condivisi su alcune di queste pagine sarebbe utile per combattere la Covid-19.

Tra i siti che hanno diffuso più fake news di tutti ci sono ViralMagazine.it e FanMagazine.it. Tra le pagine Facebook passate al setaccio ne figurano 10 che hanno condiviso più notizie false di tutti: al primo posto troviamo "Semplicemente Charlie", con oltre 2 milioni di follower, seguita da "Luxury Fashion". Seguono in ordine di classifica "Ti Amo, però, Semplicemente Charlie", "Un pensiero Unico Tu", "Una favola nel cuore", "I pensieri folli di due sognatori", "La Vita", "Il nettare dell'amore", "Nel cuore delle donne" e "Il mondo di Kelly".

Contattati gli amministratori delle pagine

Adesso le pagine in questione rischiano la chiusura. Facebook ha provato a contattare gli amministratori, ma per il momento non ha ricevuto nessuna risposta. Secondo la ricerca di NewsGuard alcuni dei profili indicati hanno condiviso una notizia falsa ben più di una volta in un giorno. Una di loro ha condiviso una fake news nove volte in un mese.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!