Proseguono le operazioni di controllo per ridurre l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti a Reggio Calabria, dove un giovane 26enne residente nella città, durante la serata di lunedì 18 maggio, è stato arrestato dai Carabinieri di Reggio Calabria in seguito a una perquisizione effettuata presso il suo domicilio.

Secondo quanto dichiarato da alcune fonti giornalistiche locali, il 26enne è stato sorpreso dagli agenti in possesso di un’ingente dose di sostanza stupefacente occultata all'interno di un mobile, banconote di vario taglio, un bilancino di precisione e vario materiale utilizzato per il confezionamento della sostanza probabilmente impiegata per lo spaccio.

Deteneva marijuana e soldi in casa, in manette 26enne reggino

Nella tarda serata di lunedì scorso, durante una perquisizione effettuata presso l’abitazione di un giovane reggino di 26 anni, Gionatan Marco Sulas, i Carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Calabria hanno rinvenuto, secondo quanto dichiarato da alcune fonti giornalistiche locali, quasi 150 grammi di sostanza stupefacente identificata come marijuana e detenuta all'interno di un mobile posto all'ingresso dell’abitazione del soggetto, la somma totale di 350 euro suddivisi in banconote di vario taglio e diverso materiale utile per il confezionamento della droga tra cui un bilancino di precisione.

Nell'immediato, in seguito alla perquisizione, il giovane reggino risultante disoccupato è stato ammanettato dagli agenti e dovrà rispondere dell’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Le banconote rinvenute e il materiale adibito al confezionamento della sostanza stupefacente sono stati posti sotto sequestro dagli agenti, mentre la sostanza stupefacente trovata dai carabinieri è stata posta sotto sequestro e inviata al RIS di Messina che eseguirà le analisi tossicologiche del caso.

Nel dettaglio, secondo quanto dichiarato da alcune fonti giornalistiche locali, i carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Calabria durante una serie di controlli svolti con l’obiettivo di ridurre l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno deciso di perquisire l’abitazione del ragazzo, elemento già noto alle forze dell’ordine.

Gionatan Marco Sulas, in seguito al termine delle formalità di rito, è stato nell'immediato posto agli arresti domiciliari. Dopo la convalida dell’arreso, per il giovane Sulas è stato disposto l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Reggio Calabria: in manette un 59enne sorpreso in possesso di droga e banconote

Nell'ambito dei controlli effettuati sul territorio reggino per ridurre l’attività di spaccio stupefacente, qualche giorno fa è stato posto agli arresti domiciliari un 59enne reggino. L'uomo, in seguito a un controllo sul territorio effettuato dai Carabinieri di Reggio Calabria, è stato sorpreso in possesso di undici dosi di cocaina, sei dosi di marijuana, un bilancino di precisione e vario materiale utile per il confezionamento della sostanza stupefacente.

Rinvenuti inoltre circa 230 euro suddivisi in banconote di vario taglio.

Il 59enne con precedenti penali di polizia è stato sorpreso dai militari all'interno di un casolare abbandonato, nel reggino, luogo dove deteneva il materiale sottoposto a sequestro.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!