Ancora un tragico incidente sulle strade italiane. Nella serata di ieri, domenica 5 luglio, una bimba di soli nove anni è stata investita e uccisa da un'auto a Bagnolo Mella, popoloso comune alle porte di Brescia. La piccola stava attraversando la strada sulle strisce. Accanto a lei la mamma (rimasta gravemente ferita), il papà e una sorellina più piccola. L'investitore non si è fermato a prestare soccorso e, ora, è caccia all'auto pirata. La notizia di Cronaca Nera è stata resa dal Giornale di Brescia e ripresa dai principali quotidiani.

La piccola è stata travolta sulle strisce

Secondo quanto ricostruito finora, l'incidente è accaduto poco dopo le 22.30 di ieri sera.

Menar, questo il nome della bimba di origine marocchina travolta, stava spingendo la sua bicicletta sull'attraversamento pedonale di viale Italia. Di fianco a lei c'era mamma Soede, 43 anni, mentre, pochi passi più indietro le seguiva il padre con in braccio la figlia più piccola. Ad attendere la famiglia, dall'altro lato della strada, un'amica di Soede che ha assistito impotente al drammatico impatto.

Ad un certo punto, improvvisamente, una Chevrolet modello Orlando (una monovolume stile crossover) di colore grigio ha investito, a tutta velocità, madre e figlia, sfiorando il papà e l'altra bambina, rimasti fortunatamente illesi. L'urto è stato violentissimo e Menar è stata sbalzata di diversi metri sull'asfalto.

I presenti, hanno subito chiamato i soccorsi e, sul luogo dell'incidente, sono giunti i mezzi del 118: l'automedica e quella infermierizzata, con ambulanze del Cosp di Flero e della Croce Bianca. La piccola, in condizioni disperate, è stata trasportata al pediatrico dell’ospedale Civile di Brescia. Purtroppo, nonostante gli sforzi del personale medico sanitario, ogni tentativo di rianimazione si è rivelato vano e Menar è deceduta poco dopo il ricovero.

Anche la mamma della ragazzina, è stata accompagnata in codice rosso al Civile e le sue condizioni, al momento, sono gravi e non è stata ancora dichiarata fuori pericolo.

Caccia all'auto pirata

Il conducente dell'auto, dopo l'incidente, non si è fermato a prestare soccorso, ma ha ingranato la marcia e si è allontanato a tutta velocità.

Gli agenti della polizia stradale di Montichiari e della compagnia di Iseo, giunti sul posto per i rilievi del caso, sono al lavoro per rintracciare il pirata della strada. Si spera che i filmati registrati da alcune telecamere di sicurezza della zona possano fornire elementi utili all'indagine.

La famiglia di Menar, da anni residente a Bagnolo Mella, è perfettamente integrata in paese. La bambina, così come i suoi fratelli, aveva già acquisito la cittadinanza italiana e frequentava le scuole elementari comunali. Ieri sera, stava rientrando con i genitori da una festa di compleanno organizzata al vicino parco Baleno.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!