Gli abitanti della contrada Torre Rossa, situata nelle campagne di Tuturano, frazione di Brindisi, negli scorsi giorni hanno rilasciato un'intervista alla testata giornalistica online Brindisi Report in cui lamentano il prosciugamento delle falde acquifere. Nonostante in zona passi un troncone dell'acquedotto, da tempo i residenti sono senza acqua e fogna, per cui utilizzano l'acqua proveniente dai pozzi.

Da qualche tempo a questa parte però la colorazione del prezioso liquido, sempre secondo quanto dichiarato dagli abitanti del luogo, è diventata di colore giallo e non è utilizzabile neanche per fare la doccia.

Gli abitanti sono molto preoccupati e hanno lanciato un appello alle istituzioni locali per fare in modo che la situazione si sblocchi, ma anche per cercare di capire che cosa stia succedendo.

Le persone devono andare a una fontana pubblica per prendere l'acqua

Nell'area di Torre Rossa, dove vivono circa 130 nuclei famigliari, insiste una fontana pubblica. Vista l'incresciosa situazione, ogni giorno gli abitanti della contrada tuturanese vi si recano per poter riempire l'acqua, che poi trasportano a casa con alcuni contenitori.

Da circa un anno, come ha spiegato un cittadino, i residenti di Torre Rossa hanno formato un comitato, grazie al quale mantengono costanti i contatti con l'amministrazione comunale.

Ma la soluzione al problema pare non essere ancora arrivata.

I residenti chiedono alle istituzioni di poter allacciare le loro abitazioni al troncone dell'Acquedotto Pugliese: i lavori, spiegano, saranno totalmente a loro carico, per cui non ci sarà nessuna spesa a carico dell'amministrazione comunale.

Le lamentele degli abitanti della zona

I cittadini sono anche preoccupati per la propria salute. Secondo quanto ha spiegato una signora i residenti temono di poter contrarre delle infezioni. L'acqua non sarebbe buona neanche per fare la lavatrice o lavare i piatti.

"Abbiamo rinunciato anche a dare acqua alle piante dei nostri giardini, perché se si innaffia il giardino l'acqua non entra più in casa.

Siamo ridotti proprio allo stremo", spiega un'altra signora. Inoltre gli abitanti della zona in questi anni avrebbero sostenuto ingenti spese economiche per poter installare dei depuratori vicino ai pozzi e per chiamare l'autospurgo per svuotare i pozzi neri. L'annoso problema dell'assenza di allaccio alla rete idrica pubblica e all'impianto fognario diverrebbe ancora più grave nei mesi estivi.

Con questo nuovo appello i residenti di Torre Rossa sperano quindi che le istituzioni preposte prendano a cuore la situazione e risolvano i loro problemi.

Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!