Migranti e Coronavirus: un tema su cui si continua a dibattere. Un argomento teatro di dispute ideologiche anche negli anni scorsi, quando ancora il virus non era uno dei fattori in campo. L'ultimo a intervenire sulla vicenda è stato Marco Minniti. L'ex ministro dell'Interno ed esponente del Partito Democratico ha segnalato che, a suo avviso, la correlazione tra immigrazione e Covid è un tema su cui bisogna quantomeno discutere. Lo ha fatto nell'ambito di un'intervista rilasciata al Foglio e ripresa da diverse fonti giornalistiche.

Coronavirus: necessità di tutelare la salute pubblica

Partiti come la Lega che hanno sempre sostenuto la Politica dei porti chiusi, da tempo criticano il governo rispetto al problema dei flussi migratori.

Soprattutto in questa fase dove si verificano sbarchi in cui diverse persone risultano positive. Un rischio che, secondo il Carroccio, non viene contenuto dai protocolli di accoglienza che oggi sono basati su tamponi, isolamenti e perfino navi quarantena. Sistemi che, tra l'altro, comportano un aggravio di costi organizzativi e di impiego di uomini delle forze dell'ordine. L'obiettivo è, naturalmente, mettere al sicuro la salute pubblica.

Il tutto si inquadra in una situazione internazionale per la quale lo stesso ministro della Salute Roberto Speranza ha manifestato una certa preoccupazione. L'Italia sembra, al momento, aver superato il momento peggiore. Deve, però, mantenere alta la guardia sulla base dell'evoluzione della pandemia nel mondo.

Attualmente i numeri sono in crescita.

Coronavirus: per Minniti serve intesa con la Libia

Marco Minniti ha spiegato che questa è una fase dove è difficile non mettere in relazione il tema immigrazione con i rischi derivanti dalla presenza del virus. Come l'ex ministro ha sottolineato questo è il momento in cui nel mondo si parla di lockdown, di utilizzo di dispositivi di protezione personale, di distanziamento sociale e di necessità di regolare i contatti fisici tra le persone.

Circostanza che lo ha portato ad un conclusone chiara. "È irragionevole ritenere che tutto questo non abbia alcun rapporto con i flussi migratori". Secondo l'esponente del Pd si tratta di fenomeni che, per definizione, sono fatti di spostamenti e contatti tra persone. Minniti, inoltre, ha specificato ciò che a suo avviso servirebbe.

"Ci vuole una nuova legge sull'immigrazione e e un memorandum sulla Libia". Non manca, tra l'altro, un messaggio alla parte politica di cui fa parte. A suo avviso questa è la fase in cui la sinistra deve avere il coraggio di sfidare i nazional-populisti. "La cosa peggiore da fare - ha sottolineato - è inseguire i problemi, anziché governarli".

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!