Una donna di 74 anni è rimasta gravemente ustionata a seguito dell'esplosione di una bombola di gas mentre si trovava nella sua villetta nelle campagne di Fasano, in provincia di Brindisi. Secondo quanto riferiscono i media locali, la donna potrebbe aver aperto ulteriormente la valvola cercando di chiuderla. Ignara, avrebbe abbandonato la dependance dell'abitazione adibita a cucina chiudendo la porta. Al suo ritorno nella stanza forse ha toccato l'interruttore della corrente per accendere la luce: l'aria satura di gas ha quindi innescato l'esplosione.

Sul posto i vigili del fuoco di Ostuni

Sul luogo del fatto di cronaca sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni.

A trovare la donna semi incosciente sul pavimento della villetta è stato il figlio della 74enne, che ha immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118: all'arrivo dei sanitari le condizioni della signora sono apparse piuttosto gravi, in quanto aveva ustioni di primo e secondo grado su molte parti del corpo. Per questo adesso si trova ricoverata presso il reparto Grandi Ustionati dell'ospedale Antonio Perrino di Brindisi. L'episodio si è verificato nel pomeriggio, intorno alle 17:45. L'abitazione della signora si trova a poca distanza dallo Zoo Safari (in contrada Sant'Elia), una delle attrazioni più note di tutta la Puglia. La villetta è stata raggiunta anche dagli agenti della Polizia Locale di Fasano, che hanno proceduto ad effettuare i rilievi del caso insieme ai pompieri.

La zona è stata poi messa in sicurezza. Sul caso adesso sono in corso le relative indagini da parte degli investigatori.

La signora aveva già cucinato

Al momento della deflagrazione la signora aveva già cucinato per la cena. Per questo si è recata davanti alla bombola per chiudere la valvola del gas, abbandonando poi la stanza adibita a cucina.

Brindisi Report ha pubblicato alcune foto scattate sul luogo dell'incidente. Dalle immagini si apprende che l'esplosione ha scaraventato all'esterno dell'edificio buste e scatoloni, danneggiando anche una porta scorrevole di colore marrone. Ciò che è accaduto a Fasano ricorda quanto successo il 10 luglio scorso, a Trieste, dove due ragazzi rimasero gravemente ustionati sempre a causa dello scoppio di una bombola nel rione Campanelle.

I giovani, insieme ad alcuni amici, stavano preparando il pranzo su un barbecue quando sono stati travolti da una violenta fiammata.

Segui la nostra pagina Facebook!