Maria, la cugina di Roberta Ragusa, ha recentemente ricordato su Facebook la cugina scomparsa con un post contenente una foto della donna. Maria Ragusa ha ricordato come il suo (e quello degli altri familiari) sia un dolore che dura da nove anni. Roberta scomparve, infatti, la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dal paesino di Gello, frazione di San Giuliano Terme (Pisa). Secondo i giudici, la donna sarebbe stata uccisa dal marito Antonio Logli, che avrebbe inoltre fatto sparire il corpo. L'uomo sta attualmente scontando una pena di vent'anni di reclusione. La foto di Roberta condivisa sui social dalla cugina Maria, è corredata dalla seguente didascalia: "Un dolore che dura da 9 anni!

Roberta Ragusa vittima scomparsa di Femminicidio...". Nonostante le numerose indagini e ricerche, il cadavere di Ragusa non è mai stato rinvenuto.

Maria Ragusa ricorda la cugina Roberta

Maria Ragusa, cugina di Roberta, ha condiviso su Facebook una foto della donna scomparsa da oramai nove anni. Il post ha ricevuto numerosi commenti. Un'utente scrive: "Nell'ombra oscura di coscienze incancrenite giace l'ultimo sguardo puro e luminoso di Roberta". Un'altra ancora: "...Roberta è il simbolo di ogni donna umiliata ed un monito per tante coscienze assopite! Un forte abbraccio". Nel post, risalente allo scorso 12 gennaio, Maria ha taggato l'avvocato Nicodemo Gentile, presidente dell'associazione Penelope.

Antonio Logli vorrebbe la revisione del processo

Antonio Logli è stato riconosciuto colpevole dell'omicidio di Roberta Ragusa e della distruzione del suo cadavere. L'uomo sta scontando venti anni di carcere, condanna ricevuta definitivamente in Cassazione. Secondo i giudici, Logli, che intanto aveva intrecciato una relazione con Sara Calzolaio, baby-sitter dei figli suoi e di Roberta, sarebbe stato spinto a uccidere Ragusa per motivi di tipo economico.

Ad agosto 2020 il Tribunale civile ha formalizzato la morte della donna scomparsa, tramite un decreto opportunamente firmato. I legittimi eredi dei beni dell'imprenditrice sono i suoi figli Alessia e Daniele Logli.

Dal canto suo, Antonio Logli non ha mai confessato il delitto, dichiarandosi più di una volta innocente. L'intenzione dell'uomo sarebbe richiedere una revisione del processo.

Nonostante le prove a suo carico, il marito di Roberta ha sempre affermato di non aver fatto nulla alla consorte, sperando peraltro in un suo ritorno. Anche la figlia Alessia, nonostante abbia dichiarato che sua madre le manchi molto nel corso di un'intervista a Barbara D'Urso, ha la sensazione che Roberta sia ancora viva, pur non sapendo dove si trovi. Diversi i programmi televisivi che in questi anni si sono occupati del caso Ragusa, in primis, ricordiamo Chi l'ha visto? e Quarto Grado.

Segui la nostra pagina Facebook!