Nella puntata di Domenica Live dell'11 aprile ha parlato Roman, il produttore del reality show russo al quale ha partecipato Olesya Rostova, la ragazza russa che si pensava potesse essere Denise Pipitone. Il conduttore ha dichiarato che Olesya avrebbe inventato tutto, poiché avrebbe una famiglia, dunque l'appello lanciato nella trasmissione Lasciali parlare, a cui Olesya si è rivolta per cercare la sua famiglia naturale, sarebbe stato del tutto falso.

Le parole del produttore russo contro Olesya Rostova

Il conduttore e produttore del web-reality russo al quale ha partecipato Olesya Rostova fino a novembre 2020, in collegamento con Domenica Live nel pomeriggio dell'11 aprile ha rivelato che la ragazza "Voleva solo diventare famosa".

Secondo la sua versione, infatti, Olesya sarebbe una giovane influencer in cerca di successo che, contattata dalla produzione di Lasciali parlare, avrebbe accettato di recitare la parte di ragazza adottata alla disperata ricerca della sua madre naturale.

Olesya nel reality show russo

Roman, il produttore del web-reality ha portato a Barbara D'Urso le immagini di Olesya nello show a cui ha partecipato fino a novembre 2020 "per far vedere che tipo di persona era". Il format era fatto da ragazzi e ragazze giovani che affrontavano varie sfide per far vedere la loro personalità. Tali video non sono stati trasmessi da Barbara D'Urso perché in fascia protetta. Olesya diceva di voler fare la cantante o la fashion blogger, ma di non avere i soldi per poterlo fare.

Per Roman era palesemente alla ricerca della fama e della visibilità, tanto da aver detto più volte di voler arrivare alla trasmissione russa Lasciali Parlare, in quanto famosa e messa in onda sul primo canale.

Secondo il conduttore poi, Olesya sarebbe stata licenziata dalla sua trasmissione a causa dei suoi attacchi isterici che l'avrebbero portata a ribaltare bicchieri e piatti, in quanto "pretendeva il successo, diceva che se non l'avessimo resa famosa ci avrebbe rovinati".

L'uomo aggiunge anche che durante il reality russo, Olesya parlava spesso della sua famiglia e, in particolare, di una sua sorella maggiore a cui era molto legata e ha detto di avere dei video in cui la ragazza diceva di conoscere i suoi genitori, precisando che è probabile che potesse riferirsi alla sua famiglia adottiva, ma che fosse strano non avesse mai citato il suo rapimento.

Le messe in scena della Tv russa

Quello della tv russa, qualora fossero confermate le parole del conduttore Roman, si rivelerebbe un circo mediatico a tutto tondo: dal far corrispondere il più possibile il profilo di Olesya con quello di Denise Pipitone (quando Olesya ha dichiarato che forse parlava l'italiano da piccola), a spese del dolore della madre naturale di Denise, Piera Maggio, al presunto ritrovamento della sorella Anastasia. A questo si aggiunge quindi la possibilità che Olesya sia un'attrice recitante un copione e che abbia mentito su tutto. Le conseguenze riguarderebbero, in tal caso, sia Olesya che la trasmissione Lasciali Parlare, che senza prove avrebbe messo in mezzo tante persone, incurante della loro sofferenza, sulla base di una probabilità o addirittura avrebbe pianificato a tavolino tutta la vicenda.

Questa è ovviamente la forte accusa del conduttore Roman, dalla quale la conduttrice di Domenica Live prende le distanze. Si attendono aggiornamenti sulla vicenda. Ciò che è certo è che Olesya Rostova non sia Denise Pipitone.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!