Il legale di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, ha da poco riferito di aver ricevuto una mail da parte dell'avvocato di Olesya Rostova. Nel testo della mail si conferma la volontà di collaborare e di inviare il prima possibile i risultati degli esami di Olesya, prima che Piera Maggio ed il suo legale si colleghino con la tv russa per registrare la trasmissione, che intanto è stata spostata a domani 7 marzo.

La partecipazione di Piera Maggio e del suo legale alla trasmissione dipende dagli esami

Pochi giorni fa, Giacomo Frazzitta, titubante sulle modalità con cui si stava svolgendo il tutto, ha dichiarato che sia lui che la madre della piccola Denise, Piera Maggio - appena guarita da un'importante problema di salute - non avrebbero partecipato alla registrazione della trasmissione russa.

Entrambi preferiscono prima ricevere gli esiti degli esami comprendenti sia la comparazione del gruppo sanguigno sia quella del dna.

A seguito di queste dichiarazioni, la redazione del programma russo, ha confermato tramite il legale di Olesya Rostova - la ragazza che il 1 marzo, ospite della trasmissione in onda sul primo canale, ha lanciato un appello per ritrovare sua madre - che gli esami saranno sicuramente inviati al legale, Giacomo Frazzitta, prima del loro collegamento.

Piera Maggio e l'avvocato Frazzitta parteciperanno alla registrazione del programma

L'avvocato di Piera Maggio, dunque, ha assicurato, che in seguito a tale notizia, sia lui che la donna parteciperanno alla trasmissione e si confronteranno con gli ospiti presenti.

Ha aggiunto, inoltre, che non appena riceverà il documento attestante gli esami svolti, questo "verrà subito comunicato alla procura di Marsala" - che da sempre indaga sul caso - "e che saprà cosa fare". Sarà mantenuto il massimo riserbo.

L'avvocato, infatti, ha ritenuto importante sottolineare, che non potrà proferire alcuna parola di quello che gli sarà comunicato, circa i risultati, fino alla messa in onda della trasmissione.

Solo alla fine del programma, la cui registrazione è slittata a domani, la notizia sarà divulgata in Italia.

Il collegamento sarà tramite piattaforma online

Il collegamento è in programma domani 7 aprile. Manca poco e Piera Maggio scoprirà, tramite collegamento su una piattaforma online, se la 21enne russa, rapita all'età di neanche 5 anni e portata in un campo nomadi, costretta a chiedere l'elemosina (per quanto ricorda) sia o meno la sua amata Denise scomparsa nel settembre 2004 da Mazara del Vallo mentre giocava con i suoi cugini dinanzi casa.

Domani, si concluderà, si spera in positivo, un vicenda che, sicuramente, ha tenuto sulle spine Piera e tutti gli italiani.

Segui la nostra pagina Facebook!