Due giovanissimi di 14 e 15 anni sono stati gambizzati a Napoli, nel Rione Sanità in zona "Vergini", a seguito di un probabile tentativo di rapina. Sul fatto, accaduto nella notte, in pieno coprifuoco previsto dalla zona rossa che vige su tutto il territorio campano, sono in corso le indagini degli uomini dell'Arma. La versione legata al tentativo di furto è stata raccontata dai due ragazzini ai carabinieri giunti all'Ospedale Vecchio Pellegrini a seguito della segnalazione dei medici che per primi hanno prestato soccorso. Nonostante le ferite d'arma da fuoco alle gambe, i due sembrerebbero fuori pericolo e non verserebbero in gravi condizioni di salute.

La completa guarigione è stimata dai sanitari in circa quindici giorni. L'episodio ha scosso l'intero quartiere del napoletano, ma al momento non sarebbero stati individuati testimoni in grado di spiegare l'accaduto. Sono in corso le indagini degli inquirenti per ricostruire la dinamica.

Gambizzati nel Rione Sanità, indagini in corso dei carabinieri

I carabinieri della compagnia Napoli Stella sono stati allertati dai medici dell'Ospedale Vecchio Pellegrini, dove i due ragazzini si sono recati autonomamente con ferite d'arma da fuoco alle gambe. I due hanno raccontato di essere stati avvicinati da alcuni malviventi, in zona "Vergini" nel Rione Sanità, e di essere stati aggrediti e colpiti dopo essersi ribellati ad un tentativo di rapina.

Al momento la spiegazione fornita dalle vittime della presunta rapina non convince appieno gli uomini dell'Arma che hanno avviato un'indagine sull'accaduto, perché le versioni sembrerebbero tra loro discordanti. Non si esclude, infatti, un regolamento di conti tra baby gang locali o addirittura un agguato di stampo camorristico.

Identificati dai carabinieri

I minorenni gambizzati la scorsa notte nel Rione Sanità a Napoli sono stati identificati dagli uomini dell'arma. In particolare, il 14enne è risultato essere figlio di un affiliato di un noto clan camorristico della zona, legato alla malavita di Secondigliano. Tuttavia, entrambi i ragazzini, che versano in condizioni stabili, risulterebbero incensurati e privi di qualsiasi precedente penale.

Ciononostante, il tentativo di rapina, al culmine del quale i due sarebbero stati feriti con un'arma da fuoco, non convince i carabinieri che stanno indagando per far luce su quanto avvenuto e per verificare l'attendibilità della versione fornita dai due. Dal regolamento di conti all'agguato di stampo camorristico: al momento non si esclude nessuna pista. Sotto shock gli abitanti del Rione Sanità, che chiedono maggiori controlli e temono per la propria incolumità.

Segui la nostra pagina Facebook!