L'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, è intervenuto nel corso di una recente puntata di Storie italiane, programma Rai condotto da Elonora Daniele. Frazzitta ha fornito alcune informazioni circa la lettera anonima che lui stesso ha ricevuto, legata alla scomparsa della piccola Denise Pipitone, avvenuta il 1° settembre 2004 da Mazara del Vallo (Trapani).

Il legale della signora Maggio ha spiegato che tale missiva "introduce elementi interessanti". Elementi che avrebbero ricevuto, in parte, riscontro. Frazzitta, non specificando l'oggetto della lettera, ha tuttavia spiegato che non si tratta di un oggetto negativo o da considerare "atroce".

La lettera racconterebbe una vicenda finora sconosciuta

Più che un luogo, l'autore della lettera racconta una vicenda. Il messaggio descriverebbe una storia che deve essere ancora approfondita. Il fatto raccontato dall'autore anonimo è stato definito interessante da Frazzitta. L'anonimo avrebbe fornito un elemento inedito.

Ricordiamo come l'attenzione sul caso di Denise Pipitone è tornata grazie alla cosiddetta pista russa. Nel corso del programma "Lasciali parlare", una ragazza di nome Olesya Rostova aveva raccontato il suo triste passato, spiegando di non aver mai conosciuto la sua reale madre. Un'infermiera russa residente in Italia aveva segnalato la storia della ventenne, accostandola proprio al caso di Denise.

Dopo la comparazione del gruppo sanguigno, si è infine scoperto che Olesya e la bimba scomparsa nel 2004 non erano la stessa persona.

Denise: l'appello di Piera Maggio e di Giacomo Frazzitta

Riguardo alla lettera anonima ricevuta dallo studio legale dell'avvocato Giacomo Frazzitta, Piera Maggio ha lanciato un appello sui social network.

La mamma di Denise Pipitone ha pregato che dopo diciassette anni sia data voce al silenzio. Piera si è rivolta proprio all'autore della lettera. La donna ha chiesto al misterioso soggetto di farsi sentire, come meglio crede.

La signora Maggio ha chiesto a tale personaggio di mettere fine al dolore. A chiederlo è l'intera Italia.

In realtà, anche lo stesso Giacomo Frazzitta aveva proposto un appello simile. Nel corso dell'ultima puntata del programma di Rai 3 "Chi l'ha visto?", il legale aveva ringraziato l'autore della missiva anonima in quanto col suo gesto ha dimostrato di avere del senso civico. Tuttavia, Frazzitta ha chiesto uno sforzo ulteriore da parte di questa persona.

Le dichiarazioni di Tony Pipitone

Intervistato a Quarto Grado, Tony Pipitone, ex marito di Piera Maggio, ha parlato del rapporto che aveva con la piccola Denise. L'uomo non avrebbe mai smesso di pensare alla bambina. Tony ha raccontato che il giorno della sparizione prese l'auto per andare a cercarla.

L'uomo ha detto che in quel momento non sapeva cosa pensare, anche perché fino a quel momento non c'era mai stato un allontanamento da parte della bimba.

Tony ha ricordato anche i momenti passati con la piccola Denise, affermando che quest'ultima gli voleva bene e che lo chiamava "papà".