I funghi sono normalmente collegati alla stagione autunnale, soprattutto per chi li ama di tutti i tipi e preparati in svariati modi, ma non è detto che non siano adatti anche a periodi più caldi. In particolare, ci sono alcune specie adatte a essere preparate come piatto freddo, ad esempio alla griglia, come la ricetta che vi proponiamo oggi.

I Pleurotos sono funghi molto grandi e carnosi, chiamati orecchie di elefante per la loro particolare forma e sono coltivati anche a livello industriale, dunque, è molto semplice trovarli al supermercato. Possono diventare un particolare antipasto o un delizioso contorno, dato che la cottura alla griglia ne esalta particolarmente il sapore.Questa ricetta si può considerare vegetariana e, soprattutto, light.

Ingredienti per 4 persone

  • funghi pleurotus: 1kg (grandi e sodi)
  • aglio: 1 spicchio
  • prezzemolo: q.b.
  • sale: q.b.
  • olio extra vergine d’oliva
  • aceto di mele: a piacere
  • peperoncino (facoltativo)

La preparazione

Iniziate con il pulire i funghi: privateli del gambo, lavateli e asciugateli in un panno pulito. Nel frattempo, fate riscaldare una piastra di ghisa, unta leggermente con olio extra vergine d’oliva e iniziate a grigliare i funghi facendoli cuocere bene da entrambi i lati. Molto carino l’effetto “carne arrosto”.

Una volta cotti, fateli riposare su un piatto foderato di carta assorbente per farli asciugare ancora un pochino (si sa, i funghi sono generalmente ricchi di acqua).

Ora, mondate l’aglio e tagliatelo molto fine, tritate il prezzemolo e, se lo preferite, il peperoncino (ve lo consigliamo, per le sue numerose proprietà benefiche).

I migliori video del giorno

Preparate un’emulsione di olio extra vergine d’oliva, aceto di mele, sale e i precedenti ingredienti. Lasciate riposare per far amalgamare bene tutti i sapori.

Appena i funghi arrostiti si sono raffreddati potete procedere con il condimento. Ovviamente, questo è a vostro piacere: c’è chi li preferisce più al naturale e chi, invece, più saporiti.

Consigli utili

I funghi arrostiti, in particolare le orecchie di elefante, vanno consumati subito, ma, se dovessero avanzare, è bene conservarli in un contenitore ermetico, in frigorifero, per un massino di 2-3 giorni. La congelazione è sconsigliata.

Parlando di aromi: se non amate l’aceto di mele potete sostituirlo con quello di vino, oppure una valida alternativa, può essere il limone. Allo stesso modo, se non vi piace il prezzemolo, molto particolare è l’utilizzo della menta fresca.

Questa ricetta è adatta ad accompagnare piatti di carne e si può servire con i funghi lasciati interi o tagliati a listarelle. I pleurotus possono essere sostituiti anche con il tipo di fungo “mazza di tamburo” (la Macrolepiota procera).