I test di accesso per medicina e odontoiatria sono fissati lunedì 9 settembre, ma forse con essi non ci sarà la discussione sul bonus maturità, che sarà annullato. E' l'ipotesi contenuta nella bozza di decreto su "Misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca" che dovrebbe essere discussa lunedì 9 settembre in Consiglio dei ministri.

In questo decreto si dovrebbe discutere anche di una graduatoria unica nazionale, per i medici che dovrebbero accedere alle scuole di specializzazione.

Lunedì dovrebbe essere firmato il Decreto dal Presidente Letta. Il Decreto sarà emanato prima dell'inizio dei Test di ammissione alla facoltà di Medicina.

Così si tenta di anticipare i ricorsi da parte degli  studenti e delle associazioni dei consumatori.L'approvazione invocata è dunque l'abrogazione del bonus maturità.

I test di ammissione per le  Professioni sanitarie e Veterinaria  si sono già svolti. Nel caso delle lauree nell'area sanitarie, le Università non hanno ancora considerato il Bonus maturità, che attraverso alcuni decreti interni,  non lo prevedevano. Per la facoltà  di Veterinaria sarà stabilita una prova a carattere nazionale, e per evitare i ricorsi dovrebbero essere tutti ammessi.

Ecco uno stralcio del Decreto di annullamento del Bonus Maturità:

"Titolo III - Disposizioni per le università e la ricerca - Art. 18 - Corsi di laurea ad accesso programmato - 1. L'articolo 4 del decreto legislativo 14 gennaio 2008, n.

I migliori video del giorno

21, è abrogato".

"Relazione tecnica - comma 1 – la norma ha natura ordinamentale, limitandosi a modificare la legislazione vigente con riferimento al punteggio attribuibile ai concorrenti agli esami di ammissione ai corsi di laurea universitari in funzione del voto conseguito all'esame di Stato conclusivo dei corsi di studio della Scuola secondaria di secondo grado. Nulla è innovato con riguardo al numero dei concorrenti ammessi ai corsi di laurea e conseguentemente la norma non comporta nuovi o maggiori oneri per le finanze pubbliche".