Adele Laurie Blue Adkins, conosciuta nel mondo della musica semplicemente come Adele, è finalmente tornata. Per la gioia dei suoi fan e degli amanti della buona musica. La diva anti-diva, che non ama stare sotto i riflettori, né far trapelare alcunché della sua vita privata, ha pubblicato il suo nuovo singolo: Hello. In rotazione radiofonica da qualche settimana e che anticipa l'attesissimo nuovo album '25', terzo della carriera dopo '19' e '21'. Il disco uscirà il prossimo venti novembre e si preannuncia già un successo. Il singolo Hello, infatti, accompagnato dal relativo videoclip girato a Montreal, ed è divenuto il primo brano ad aver superato la soglia del milione di download in una singola settimana negli Stati Uniti d'America.

In una recente intervista Adele ha parlato della sua prima gravidanza, ma anche di quanto Amy Winehouse abbia inciso nella sua vita e nella scelta di fare la cantante.

Tornando a Hello, può considerarsi una ballata romantica dal sound avvolgente e malinconico, con un sottofondo di pianoforte e un'atmosfera pop con sfumature soul e cori gospel. Adele, che l'ha scritta a quattro mani insieme al compositore e produttore statunitense Gregory Allen "Greg" Kurstin, ha ammesso di non aver mai elaborato un brano così lento. Brano che però è anche accusato di plagio. Ecco per alcuni a quale brano somiglierebbe…

Hello simile a Martha di Tom Waits

Sul web si sta scatenando una crociata contro questo brano, che somiglierebbe un po’ troppo a quello di Tom Waits: Martha.

Anche nella canzone di quest'ultimo, come nel singolo di Adele, si simula una conversazione telefonica con queste parole (tradotto in italiano): «Pronto, pronto, parlo con Martha? Sono il vecchio Tom Frost, chiamo da molto lontano, ma non preoccuparti del costo. Sono passati 40 anni, Martha per favore richiamami». E ancora «Incontriamoci per un caffè, dove potremo parlare di tutto quanto».

Il brano di Adele pure parla di un incontro avvenuto dopo anni: «Pronto, sono io, mi chiedevo se dopo tutti questi anni ti andasse di incontrarsi, per riparlare di tutto». E ancora: «Dicono che il tempo dovrebbe guarirti, ma io non ho visto molta guarigione». L'idea della telefonata è simile, anche se le parole sono molto diverse.

Kurstin ha comunque ammesso di essersi ispirato a Waits nel comporre l'album

Bisogna specificare che il brano di Waits è stato prodotto negli anni '70, come ha ricordato qualche fan tra ironia, rabbia e costernazione. Ma anche che ha ispirato Greg Kurstin proprio nell'ideazione dell'ultimo album della attuale reginetta del pop britannico. Forse il duo Kurstin-Adele ha attinto un po’ dalla musica di Waits, come fanno in tanti ormai, dato che è difficile nel campo della musica creare cose nuove mai sentite. Pertanto, il rischio di essere accusati di aver copiato un brano del passato è sempre dietro l'angolo. Molte sono le cause che si sono verificate nel corso degli anni: si pensi ad esempio alla clamorosa querelle tra Al Bano e il compianto Re del Pop Michael Jackson.

Vedremo comunque cosa dichiareranno le parti in causa e come risponderanno alle accuse di plagio. Voi che idea vi siete fatti?

Segui la nostra pagina Facebook!