L'inconfondibile ombradei Pink Floyd tornerà a proiettarsisul mercato discografico internazionale, con uno speciale box set che racchiude chicche sonore registrate durante i loro primi anni di attività.

A partire dal prossimo 11 novembre 2016, ifan dei pilastri del rock britannico - che hanno profondamente caratterizzatomezzo secolodistoria della musica contemporanea con la loro aura psichedelica, space rock e sperimentale - potranno acquistare negli store di tutto il mondo "The Early Years, 1965-1972", una super collezione di ventisette dischi che documenta, con materiale audio e video, i primi sette anni di attività dei Pink Floyd.

Pink Floyd: in arrivo il super box set The Early Years, 1965-1972

La collezione racchiude delle gustose rarità che faranno gola agli appassionati della band: il box set contiene infatti bootleg, demo, outtake, 20 tracce inedite, sette ore di registrazioni dal vivo mai rilasciate e quindici ore complessive di materiale video, suddivise fra apparizioni in tv, interviste e tre lungometraggi - The Committee,MoreeLa Vallee -.

Ilbox set include anche il remix dei brani che i Pink Floyd composero per la colonna sonora diZabriskie Point, film in lingua inglese di Michelangelo Antonioni del 1970.

L'uscita del box setfarà particolarmente breccia sui fan nazionalidei Pink Floyd, da poco reduci dalla spaziale serie di concertodi David Gilmour in Italia che hanno raggiunto l'acme della fascinazione sonora a Pompeilo scorso luglio.

La genesi dei Pink Floyd ripercorsa da sei volumi

Il box set ripercorre i primi passi dei Pink Floyd nell'universo discografico, rispolverando anche illoro mood psichedelico delle origini - sprigionato con forza nella pietra miliare "The Piper at the gates of dawn" - diretto dalla figura controversa, camaleontica e intrigante di Syd Barrett, fondatore e leader della band dal 1965 al 1968. Oltre all'impronta tipicamente "barrettiana", attraverso la voluminosa collezione torneranno a prendere vita le tastiere oniriche di Richard Wright - defunto nel 2008 - e il basso di Roger Waters, che lasciò la formazione dopo la pubblicazione di "The Final Cut".

Il box set si sofferma con oculatezza sulle dinamiche che portarono poi all'uscita di Barrett dalla formazione e all'incoronazione di David Gilmour come leaderleader dei Pink Floyd seguendo, passo dopo passo, il processo creativo che condusse i quattro musicisti a modellare e sviluppare la loro personale interpretazione di rock psichedelico-progressivo.

La collezione offre una prospettiva dettagliatasull'evoluzione e l'impatto culturale della band durante la seconda metà degli anni Sessanta, estrapolando anche attimi creativi fondamentali della fase di configurazione stilistica dei Pink Floyd, come le recording sessions di "Dark side of the moon", fiore all'occhiello della band che già nel 1973 divennecapolavoro indiscusso e best seller in decine di Paesi.

Il box set è suddiviso in sei volumi: Cambridge St/Ation raccoglie materiale dal 1965 al 1967,Germin/Ation documenta il 1968,Dramatis/Ationil 1969,Devi/Ationil 1970,Reverber/Ation il 1971eObfusc/Ationil 1972. L'ultimo volume bonus è stato battezzatoContinu/Ation. Inoltre, l'11 novembre 2016 i Pink Floyd rilasceranno un doppio CDintitolato "The Early Years – Cre/Ation", con brani estratti dal medesimo periodo curato dal box set.

La collezione può essere preordinata su Amazonal prezzo di 699,98 dollari: una spesa considerevole ma commisurata alla valenza artistica del box set, che custodisce perle preziose provenienti da una delle epoche più magiche, produttive e dinamiche della storia della musica.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto