Nel cuore della città di Viareggio la GAMC Lorenzo Viani è situata al primo piano dello storico Palazzo delle Muse. In uno spazio espositivo, suddiviso in quindici sale, è presente una selezione di oltre 300 opere appartenenti alle collezioni comunali. Il nucleo più significativo è costituito dalla collezione Varraud-Santini e dalle donazioni Lucarelli e Pieraccini. Ẻ possibile ammirare dipinti, grafiche e sculture di autori italiani e stranieri, dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri tra i quali Pissarro, Boldini, Signorini, Ensor, Soffici, Severini, Chagall, Leger Guttuso, De Chirico, Casorati, De Pisis, Rosai, Archipenko, Arp, Corpora, Capogrossi, Vedova, Scanavino.

Insieme a questi grandi nomi, sono presenti gli artisti versiliesi più importanti; tra tutti Lorenzo Viani, indiscusso protagonista dell’Espressionismo europeo. Dal martedì alla domenica dalle 15,30 alle 19,30. Biglietto otto euro, ridotto 4 euro .

Segno gesto materia

La mostra si apre con la collezione Segno, gesto, materia, un percorso all’interno del panorama artistico europeo tra sesto e ottavo decennio del XX secolo. Si comincia con l’Arte gestuale e segnica dove sono presenti differenti e personali formulazioni il cui comune denominatore è l’espressività fondata su un’esecuzione immediata di grafismi asemantici e non concettuali. Si prosegue con la selezione Informale europeo, espressione artistica e astratta contraddistinta da una triplice anima: prorompenza gestuale, innesto su espressività segnica, messaggio mediato dalla sostanza materica.

I migliori video del giorno

Segue poi lo Spazialismo nel cui Manifesto Blanco (1946) pubblicato da Lucio Fontana, si palesa l’urgenza, prima intellettuale, poi artistica, di fondare un nuovo rapporto uomo e spazio fenomenico, quindi fra artista e luogo della rappresentazione, libero da formulazione naturalistica o prospettica, bidimensionale o tridimensionale, affinché fuoriesca dalla superficie visuale e si faccia concetto per mezzo dell’intervento gestuale, mediatico o materico.

Proseguendo nella mostra giungiamo alla sezione Arte materica, ovvero quando la materia trascende la propria natura tecnica, transitoria e strumentale e da medium espressivo va ad identificarsi nella sostanza semantica e nell’essenza stessa poetica dell’opera. Di solito corre trasversalmente alle nuove tendenze orientandone gli indirizzi. Infine troviamo Il nuovo fronte dell’astratto (quinto decennio del XX secolo) che si oppone al figurativo e la sezione Neofigurazione in cui sopravvive l’istanza figurativa, mutando i propri codici.

Artisti vesiliesi

La collezione Pieraccini è una selezione di opere che testimoniano come il territorio continua ad essere un laboratorio di idee dagli esiti molteplici e diversificati.

Lo sguardo e la parola

La mostra si conclude con La versiliana, una collezione di opere con cui si sono premiati gli scrittori partecipanti al Premio Viareggio.