Sentire cantare un'artista come Patti Pravo è la dimostrazione più efficace per sostenere l'affermazione del titolo di questa news. Come spiegare altrimenti la ripresa del tour "Cercami", che prende il nome dall'album, in questo nuovo anno appena iniziato, voluto dal pubblico, dopo che lo stesso tour si era concluso nel 2016 con un successo da sold out in tutti i teatri italiani (dal nord al sud) in cui l'artista si era esibita?

Pubblicità
Pubblicità

Di Patti, il cui vero nome è Nicoletta Strambelli, nel corso dei suoi 50 anni di carriera, festeggiati l'anno scorso, si è detto e scritto di tutto. A noi di Lei piace ricordare che, da quando ha iniziato la sua carriera artistica, nei mitici anni sessanta, nota a quel tempo come la ragazza del Piper, ad oggi ha al suo attivo più di 110 milioni di dischi venduti; seconda cantante donna, dopo Mina, terza artista italiana, di sempre, con il maggior riscontro commerciale.

Pubblicità

Basti pensare che da sola la canzone "La Bambola", che la portò al successo nel 1968, ha venduto 40 milioni di dischi e che, nella classifica degli artisti italiani con più di 100 milioni di dischi venduti, Lei è al settimo posto.

L'Anima da sola non basta

Per garantirsi l'immortalità? Bella domanda. Ma ripartendo dal titolo di un suo album del 1971 " Per aver visto un uomo piangere e soffrire Dio si trasformò in musica e poesia" forse c'è la risposta.

Fatto sta che forse già dalla scelta del suo nome d'arte Pravo, tratto dal verso della Divina Commedia di Dante Alighieri "guai a voi anime prave" c'era forse già scritto un destino, senza tempo, bagnato dalla gloria dell'immortalità artistica.

Ma c'è sicuramente un'anima

dietro a questo grande successo che ha attraversato il tempo, senza per questo perdere in freschezza, piacevolezza ed estrema attualità sia dell'interpretazione che nella scelta dei brani: Chi l'ha visto si ricorderà che a Sanremo, nel corso della seconda serata, ci fu al termine dell'esecuzione del brano in concorso, "Cieli Immensi" una standing ovation, avvenuta in precedenza solo per Renato Zero e che la stessa canzone, dopo soli 5 giorni,

ha avuto 1 milione di visualizzazioni.

Il 26 gennaio, Insieme alla sua band composta da: Michele Lombardi (tastiere e piano); Lucio Fasino (basso); Andrea Fontana (batteria); Stefano Cerisioli e Ivan Geronazzo (chitarre); Gabriele Bolognesi (fiati) sotto la direzione musicale del maestro, Giovanni Boscariol, la cantante, che per noi è: La cantante con un grande Anima, sarà al teatro Obihall di Firenze; e il 28 presso il teatro Lyrick di Assisi nel corso della stagione: Umbria eventi d'autore promossa dall'associazione umbra della canzone e musica d'autore.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto