Il tema di questo nuovo Salone Internazionale del Libro sarà "Oltre il confine". Un tema sicuramente attuale e al passo con i tempi. Il quale potrà farci riflettere su tutte le barriere e muri immaginari che ci circondano ogni giorno.

Vecchi e nuovi editori dal mondo

Come ci fanno sapere gli organizzatori di questo sensazionale evento, oltre il 95% degli editori che lo scorso anno si erano presentati con il proprio stand a questo evento, hanno deciso di riproporsi anche per quest'anno. Inoltre, i dati parlano di oltre 350 aderenti a distanza di ancora 3 mesi dal suo inizio. Moltissimi saranno quindi gli espositori provenienti anche dagli Stati Uniti.

«Sono emozionato. Abbiamo cambiato la situazione che l’estate scorsa aveva creato tanta preoccupazione. Voglio ringraziare Sergio Chiamparino e Chiara Appendino. Siamo dispiaciuti per alcune grandi assenze, ma sono fiducioso che si potranno recuperare. Il Salone avrà comunque numerosi editori e questo ha dell’incredibile rispetto a quello che poteva accadere. Ha impressionato tutti l’affetto dimostrato dagli autori italiani ma anche internazionali. Sono arrivate adesioni da Francia, Spagna, Usa, Russia» è quanto è stato affermato da Massimo Bray.

Il tema e il simbolo

Il tema del "Superfestival", come già detto, riguarderà lo scavalcamento dei confini. In questo caso per superare questi confini verrà utilizzato un libro. E' questo infatti il simbolo di questo 30esimo Salone. Un libro che funge da ponte per superare del filo spinato, un disegno creato da Gipi, il quale è stato presentato proprio oggi, insieme ai progetti riguardati il salone, alla Cavallerizza Reale di Torino dal Direttore Editoriale Nicola Lagioia e dal Presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura Mario Montalcini.

I migliori video del giorno

Nicola Lagioia afferma che "i padiglioni saranno festosamente pieni" e si ritiene soddisfatto della partecipazione di numerosissimi editori nuovi, nonostante non saranno presenti tutti quelli che parteciparono lo scorso anno.

Non resta che attendere questa nuova edizione che si preannuncia essere molto moderna, movimentata e sopratutto innovativa sotto ogni aspetto.