Rinviato il concerto di Ligabue a Trieste. Le due date previste a marzo 2017 sono state rinviate per problemi di salute riguardanti il cantante. La manifestazione si sarebbe dovuta tenere venerdì 17 e sabato 18 marzo al 'Palarubini Alma Arena' della città friulana. Sarà possibile, comunque, chiedere il rimborso dei biglietti acquistati, anche se questi sono validi per le future date del concerto di cui vi parleremo di seguito. Vediamo, nel dettaglio, le modalità di rimborso e lo stato di salute di Ligabue.

Trieste, rinviato concerto di Ligabue

Il concerto del cantante di Correggio è stato posticipato nelle date del 28 e 29 aprile 2017, a causa di una brutta influenza di cui è stato vittima Ligabue.

Ad ogni modo, l'artista sta bene e se la caverà con qualche giorno di riposo. I numerosi fan del cantautore emiliano possono tirare un sospiro di sollievo. Nulla di grave, dunque, per il 'Liga' nazionale.

I tagliandi acquistati per le date di marzo restano validi per le nuove date, secondo le seguenti modalità: i ticket di venerdì 17-3 potrranno essere utilizzati solo per il concerto del 28 aprile, mentre i biglietti di sabato 18-3 saranno validi esclusivamente per la data del 29 aprile. In ogni caso, se coloro i quali hanno acquistato i tagliandi per il concerto, ma per un qualsiasi motivo non possono prendere parte a quello di aprile, potranno chiedere il rimborso dei biglietti rivolgendosi al punto vendita dove questi sono stati acquistati. Il termine ultimo per chiedere il rimborso è quello del 31 marzo 2017.

I migliori video del giorno

Dopo tale data, infatti, non sarà più possibile recuperare i soldi. Coloro i quali hanno acquistato, invece, i tagliandi su Ticket One, dovranno recarsi sul sito e scrivere una mail all'indirizzo preposto per ottenere il rimborso. Anche in questo caso, il termine ultimo è il 31 marzo.

Molta delusione, quindi, tra gli sfortunati fan di Ligabue, che non potranno assistere alla performance canora del proprio beniamino. Il consiglio, per chi ha acquistato i biglietti, è quello di liberarsi da eventuali impegni del 28 e 29 aprile per poter prendere parte al concerto e dimenticare presto la delusione per questo rinvio.