Tanta paura, spavento grandissimo, ma per fortuna il pericolo sembra essere definitivamente alle spalle. Il famosissimo pianista giovanni allevi ha dovuto subire una delicatissima operazione all'occhio a causa del distacco della retina. Il problema si è manifestato nel mezzo del tour mondiale che in questi giorni lo ha portato in Oriente, precisamente in Giappone. Allevi è stato operato con successo nella giornata di ieri. I prossimi concerti estivi subiranno alcune variazioni per permettergli di recuperare appieno la condizioni fisica migliore per suonare.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Tecnologia

Operato per il distacco della retina

Un fulmine a ciel sereno. Giovanni Allevi è stato operato d'urgenza a causa dal distacco della retina dell'occhio mentre si trovava in Giappone per il suo tour mondiale.

Il simpatico pianista-filosofo, che nel 2015 è stato ospite al Festival di Sanremo, sarà costretto a interrompere i suoi concerti per qualche settimana. Allevi era in Giappone dal 21 Giugno e sarebbe dovuto ripartire in questi giorni. La sua ultima data nipponica, infatti, era prevista per il 27 Giugno a Kagoshima.

Allevi ai fan: "spero di rivedervi presto"

L'inventore dell'inno ufficiale della Serie A, per cui ha ricevuto moltissime critiche, questa volta è stato circondato dall'amore e dall'affetto dei suoi più fedeli ammiratori e sostenitori. Sono stati tantissimi i messaggi di vicinanza piovuti verso 'il capellone' musicista di Ascoli Piceno, che non ha mancato di contraccambiare e ringraziare i suoi innumerevoli fan spiegando quanto successo attraverso il suo profilo Facebook: "Ho avuto un grave distacco della retina. Sono stato operato d'urgenza e purtroppo dovrò rimanere ancora per un po' lontano da voi!".

I migliori video del giorno

Allevi ha comunque rassicurato tutti sulle sue condizioni di salute, sottolineando, da buon filosofo, che quello che sta vivendo è un momento difficile "in cui ti accorgi della bellezza di ciò che hai, solo quando la perdi. Non si cambiano gli eventi, ma possiamo solo accettarli e trovare in essi un senso più profondo".

Il pianista dovrà osservare un tempo di riposo assoluto di alcune settimane prima di poter riprendere la sua attività concertistica. Le date italiane estive (10 Luglio a Pistoia, 15 Luglio a Loano, 16 Luglio a Pavia, 24 Luglio a Lerici) saranno quindi posticipate a data da destinarsi.