2

Si sa, dal famoso Emerald Comic-Con di Seattle, escono sempre news importanti e succulenti. Tra queste ne esiste una molto speciale e riguarda il mondo dei fumetti anni'90 uscita dal panel con Clare Klamer e Stan Lee.

Todd McFarlane, creatore del fumetto Spawn del 1992, vuole dirigere un film che racconti la vicenda del proprio “eroe”. Spawn è l'alter ego di Al Simmons, un sicario della CIA che rischia di essere ucciso dai servizi segreti perchè ha abbandonato l'agenzia. Una volta morto, all'Inferno fa un patto con il demone Malebolgia: potrà rivedere la propria moglie Wanda se sarà a capo del suo esercito nell'Armageddon, portandolo sino alle porte del Paradiso.

Simmons accetta e ritorna sulla Terra con un corpo deforme.

Non solo, ha empatia e sensi sovrannaturali che lo avverte del pericolo, manipolazione di fonti d'energia, produzione raggi di energia e fuoco dell'Inferno, metamorfosi, teletrasporto, semi-invulnerabilità e fattore rigenerante, poteri mentali e immortalità. Nel 1997 il regista Mark A.Z. Dippé lo ha portato nel grande schermo con l'attore Michael Jai White. McFarlane, a distanza di vent'anni, ha scritto un copione molto contemporaneo e che riporti Spawn nella vita di tutti i suoi fan.

Il lavoro sul progetto è iniziato nel 2009 e già nel 2013 il fumettista ha detto che si tratterà di un thriller/horror, dai personaggi molto dark. Durante la scrittura del detective Twich Williams ha pensato a un attore ben preciso: il Premio Oscar Leonardo Di Caprio.

I migliori video del giorno

Per lui è perfetto, perché è in grado di essere eversivo, perfettamente capace di manifestare ogni tipo di emozione, sentimento e riuscire a indossare i panni di un uomo comune quanto eccessivo.

Ne ha avuto conferma guardandolo nei panni di Jordan Belfort, perché Di Caprio ha dato faccia, corpo e modi di fare perfetti a un personaggio così particolare e complesso. Il fumettista ha dichiarato che è corteggiato da svariati Premi Oscar, ma non si sa se tra essi c'è anche Di Caprio, sembra che per ora sia solo una sua idea. McFarlane, d'accordo con la Blum house Productions, ha detto che il film, forse, sarà vietato ai minori e a basso budget.

Jason Blum, fondatore e amministratore delegato della casa di produzione, ha dichiarato che in passato ha lavorato con molti registi sognatori e crede che l'attitudine artistica speciale di McFarlane sia quella giusta per riportare in vita al cinema il famoso Spawn.