Dopo il successo di dello scorso anno, fino al 29 ottobre, ritorna sulla scena del Teatro della Luna di Assago "Next to Normal", musical vincitore di due Tony Awards e un Premio Pulitzer. Uno spettacolo che non è tratto da alcun libro o film di successo: è una drammaturgia pensata e scritta per il Teatro, fatto inusuale rispetto alle tendenze attuali del teatro musicale.

Continua lo sforzo della Compagnia della Rancia nel far conoscere al pubblico italiano, musical con una morale: teatro che non è solo intrattenimento ludico e spensierato, ma che affronta temi seri e difficili con un linguaggio apparentemente disinvolto e lo fa continuando la oramai solida collaborazione con STM (scuola di teatro musicale).

Non vogliamo svelarvi la trama rovinandovi la sorpresa, i colpi di scena sono parte fondamentale per la riuscita del messaggio, ma possiamo dire che è un musical che rompe gli schemi e sicuramente non vi lascerà indifferenti. Possiamo però proporvi un video che vi darà un'idea dello spettacolo di cui parliamo.

Una storia cruda ed empatica, che racconta, con delicatezza ed un pizzico di ironia, la vita (quasi normale) di una tipica famiglia composta da Diana ed il marito Dan, il cui ardore si è affievolito con gli anni e la routine familiare fatta di obblighi matrimoniali, cui si fa fronte con la meccanica burocratica della consuetudine, e la cura dei figli Gabe, anticonformista e ribelle, e Natalie, talento musicale con la "sindrome del secondogenito".

Fulcro centrale della storia è la stretta relazione di Diana e Gabe, che porterà a imprevisti risvolti dal forte componente sentimentale.

I migliori video del giorno

In pratica, può scendere la lacrima.

Una moderna riflessione Tolstojana: "ogni famiglia infelice, lo è a modo suo". Uno spettacolo da vedere e, soprattutto, da SENTIRE, alla cui uscita non si sarà più gli stessi.

Ho molto gradito questo spettacolo già nella passata stagione quando è stato in scena solo per tre sere, quasi un test sul pubblico per capire se questo tipo di teatro trova o meno il gradimento degli spettatori. Sono molto contento di trovarlo nuovamente tra le proposte teatrali di questa nuova stagione. Segno che il pubblico italiano finalmente è pronto anche per musical più impegnati, che portano ad una riflessione profonda. Se trovate il tempo quindi, andate a vedere (con una forte apertura mentale) questo spettacolo e sostenete il teatro italiano.

Per gli amanti dell'arte figurativa, consiglio inoltre due mostre: quella di Chagal al museo della Permanente di Milano e quella monografica sull'artista francese Toulouse-Lautrec al Palazzo Reale di Milano.