Quando si parla di mostre d'arte spesso si pensa di vedere quadri ma questa volta, presso WOW Spazio Fumetto - Museo del Fumetto, dell'Illustrazione e dell'Immagine animata, a Milano, in Viale Campania 12, si potrà ammirare l'arte dell'animazione Disney, che è riuscita a far sognare adulti e bambini. Per celebrare l'80esimo anniversario del lungometraggio animato Biancaneve e i sette nani (l'inaugurazione nelle sale cinematografiche fu appunto nel 1937), si ripercorrerà la storia delle principesse Disney, con un pannello illustrato dedicato a ciascuna figura femminile, tra cui Biancaneve, Cenerentola, Belle, Aurora, Jasmine, Ariel, Pocahontas, Tiana, Rapunzel Merida, Elsa e Anna.

Il percorso della mostra dedicata alle principesse Disney

Grazie alla collaborazione con The Walt Disney Company Italia, in esposizione si potranno osservare rari manifesti cinematografici, disegni originali custoditi in archivi privati, gigantografie, gadget, giochi, video, fotografie, libri d'epoca e tanto altro, in un cammino che porterà a rivivere le emozioni suscitate dalle protagoniste delle storie Disney, insieme ai loro principi azzurri, amici e antagonisti. L'occasione sarà unica, per capire come viene alla luce un film d'animazione: infatti saranno mostrate sia le storie che hanno ispirato la creatività del mondo Disney, con le fiabe dei fratelli Grimm, di Andersen e di Perrault, sia le tecniche e le loro relative evoluzioni. Dal disegno a mano, artigianale, dei primi lungometraggi, fino alle tecnologie dell'arte digitale.

I migliori video del giorno

Gli animatori Disney hanno sempre lavorato sul vortice della sperimentazione, utilizzando dapprima il rotoscopio, per ricalcare le scene dei personaggi da una pellicola che riprende attori veri, rendendo realistici i movimenti dei disegni animati, e poi a tecniche miste, come ne La Bella e la Bestia, dove per la prima volta si assiste a una scena computerizzata, ovvero quella del ballo dei protagonisti, fino ad arrivare alla neve digitale di Frozen. Grande spazio è dedicato anche a Biancaneve e i sette nani, poiché fu una rivoluzione per l'epoca, tanto che fu chiamato 'la follia di Disney', a causa dell'ingente costo, del grande sforzo degli animatori per la realizzazione e per il fatto che si pensava potesse essere un flop un film di animazione che durasse addirittura 83 minuti, quando il pubblico era abituato a cortometraggi di disegni animati. Il grande successo del film diede al mondo Disney la forza per continuare su questo strada, non senza superare grandi difficoltà, come il periodo della Seconda Guerra Mondiale.

Grazie al prezioso archivio della Fondazione Franco Fossati si potrà scoprire come erano disegnati i protagonisti delle fiabe, prima della scuola disneyana, come per esempio Aladino in versione esotica, con l'originale ambientazione cinese. Con il contributo del Gruppo LEGO si potranno osservare delle splendide realizzazioni a mattoncini, come il castello di ghiaccio di Elsa o la serata incantata di Cenerentola. Una mostra all'insegna del magico mondo animato, dove poter passare dei momenti vivendo tutti felici e contenti.

Informazioni, costi e orari della mostra

La mostra è aperta al pubblico fino al 25 febbraio 2018, con i seguenti orari: lunedì chiuso, da martedì a venerdì dalle 15,00 alle 19,00, sabato e domenica dalle 15,00 alle 20,00. Il costo del biglietto intero è di 5 euro, ridotto è di 3 euro. Una mostra adatta a tutti, ai bambini perché ricca di giochi e con un set fotografico dove sedersi su un trono, con lo sfondo di un palazzo principesco, e agli adulti, per conoscere meglio la storia e le curiosità dietro il grande lavoro dell'animazione Disney.

Per seguire tutte le informazioni in merito a tematiche artistiche e culturali è possibile cliccare il tasto Segui, posizionato il alto alla pagina