Giovedì 22 Febbraio 2018 l’Accademia d’Egitto a Roma, fedele alla sua vocazione per la promozione dell’arte in tutte le sue forme, e in special modo incoraggiando i talentuosi figli del Nilo, ha aperto le porte a Mohamed KAMEL, giovane e brillante regista egiziano, per la proiezione del suo sorprendente cortometraggio dal titolo RABIE CHETWY e per la consegna di alcuni dei premi ottenuti in Italia. Grande l’emozione di Kamel nel ricevere i premi in un luogo che per lui è la “sua casa in Italia”, la casa di ogni artista egiziano, arabo e africano, in Europa e nel mondo.

L'arte egiziana premiata da tutto il mondo

La direttrice dell’Accademia, Prof.ssa Gihane Zaki ha voluto sottolineare i grandi e incredibili risultati raggiunti da questa pellicola, breve ma densa di profondi significati: RABIE CHETWY è stato infatti selezionato e proiettato in 254 Festival Cinematografici, in 54 paesi sparsi in tutti i continenti, ha ricevuto ben 34 premi di cui 12 solo in Italia.

I rappresentanti dei Festival intervenuti per la consegna dei premi, hanno unito la loro voce a quella della direzione dell’Accademia d’egitto nel sostenere e difendere la libertà e la gratuità dell’Arte. In particolare Fra Roberto Lanzi, responsabile del Monastero Siloe, intervenuto insieme a Fabio Sonzogni Direttore Artistico del Siloe Film Festival, e i rappresentanti della “Giuria Giovani” Nicholas Bassan e Inrica TUDOR. A RABIE CHETWY è stato consegnato il premio per il migliore cortometraggio anche da un’altra peculiare realtà che è il Teatro Rossi Aperto, un organizzazione autogestita da cittadini che si spendono gratuitamente e liberamente per coltivare e diffondere la passione per l’arte nella comunità di Pisa, la loro città. La Prof.ssa Gihane ZAKI, ha consegnato i due premi del Valle d’Itria Corto Festival, che ha premiato Mohamed KAMEL per la migliore fotografia e per il miglior soggetto.

Infine il regista Mohamed Kamel ha ricevuto dalla Direttrice dell’Accademia d’Egitto anche i premi per la migliore regia e per il migliore attore (Ahmed Kamal) dal Fotogramma d’Oro Film Festival, manifestazione d’eccellenza nel campo cinematografico italiano e internazionale, giunta alla sua 48° edizione diretta da Francesco Coglitore. A presiedere la giuria il grande regista italiano Massimo Coglitore. L’Accademia è lieta di aver onorato Mohamed Kamel, regista dal futuro molto promettente, ed è felice di aver incontrato e conosciuto per la prima volta queste realtà cinematografiche italiane, a cui rivolge il suo apprezzamento per l’attenzione rivolta alla ricerca della verità dell’Umano proprio nell’incontro tra diversità, attraverso lo sguardo profondo e attento all’altro, proprio dell’Arte e della Creatività.