Il sole di Napoli splenderà limpido sulla ventesima edizione del comicon, cifra tonda quest’anno per una convention già in pole position con una griglia di eventi, mostre, appuntamenti, fiere ed ospiti da parterre de roi. Primavera 2018: il programma del Salone Internazionale del fumetto, anche stavolta alla Mostra d’Oltremare a Napoli dal 28 aprile al Primo maggio, e che oltre al fumetto mondiale lascia da sempre uno spazio davvero grande al made in Jap, tra musica, Animazione, manga e cosplayer, festeggia quest’anno i suoi primi venti anni con graditissimi ritorni e news davvero succulente.

Un grande ritorno

Brian Azzarello, ad esempio, già ospite quindici anni fa e di nuovo protagonista al Comicon dopo i fasti di “100 Bullets”, “Hellblazer” e “Dark Knight III: The Master Race”, il nuovo capitolo (il terzo) in nove parti della saga del Cavaliere Oscuro creata da Frank Miller, da lui co-sceneggiato ed illustrato da Andy Kubert e Klaus Janson, edita in Italia da RW Edizioni.

La sfida tutta italiana tra le matite di Milo Manara e quelle di Tanino Liberatore è prevista invece sul Ring di Tito Faraci (quest’ultimo già sceneggiatore per Tex, Topolino e Dylan Dog tra gli altri) direttamente il Primo maggio.

Magister ed appuntamenti imperdibili

Altra grande conferma è quella di Lorenzo Mattotti, vero e proprio guru del fumetto d’autore e tra i fondatori del collettivo artistico Valvoline, firma d.o.c. della grafica creativa, del cinema e di progetti come “The Raven”, libro illustrato su sceneggiatura di Lou Reed. Tra le mostre, numerosissime come sempre, spicca l’omaggio a Winsor McCay, fumettista americano che giusto un secolo fa con “Little Nemo in Slumberland” e “Dreams of a Rarebit Fiend” seppe dare forma e colori all’universo dei nostri sogni più fiabeschi; e come non rimarcare la retrospettiva dedicata al trentesimo anniversario di Akira (negli spazi dell’Asian Village nell’Arena Flegrea, curata da Dynit), il film cult tratto dall’omonimo manga di Katsuhiro Ōtomo, dal 18 aprile nei cinema italiani con un nuovo doppiaggio.

Tra le pellicole protagoniste nella sezione CartooNa risalta come non mai la versione restaurata de “La grande avventura del piccolo Principe Valiant”, il primo film diretto cinquanta anni fa dal maestro Isao Takahata recentemente scomparso, e l’anteprima de “L’isola dei cani” scritto e diretto in stop motion da Wes Anderson per la 20th Century Fox. Ma queste sono solo alcune delle gocce nel golfo partenopeo del Comicon, come di consueto composto da sezioni interdipendenti come Gamecon, CartooNa, Asian, Mostre ed Espositori, e che inglobano manifestazioni ad hoc come i due Cosplay Challenge (distinti per Kids e Senior), i concerti di artisti giapponesi e la presenza musicale must di Claudia Serina, già tra le voci dei leggendari Cavalieri del Re di Riccardo Zara. Il programma completo di tutti gli appuntamenti è online da settimane, non resta che segnarsi le date sul calendario e fare in fretta per prenotare la presenza: i biglietti sono già in parte esauriti e la tendenza è tutt’altro quella di marcare (non giustificata) assenza.